Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Boris Johnson in Umbria: "Viaggio lampo per il battesimo del figlio". Ma dall'Inghilterra: "Solo falsità"

Rob.Min.
  • a
  • a
  • a

Un presunto viaggio in Umbria di Boris Johnson diventa un caso di Stato in Inghilterra. La notizia della visita lampo del premier inglese a Perugia è stata diffusa da Umbria24 e Repubblica, che hanno motivato l'arrivo di Johnson con il battesimo del figlio Wilfred, avvenuto sabato 12 settembre. In Inghilterra si è parlato di "località top secret" per l'evento, ma stando ad alcune fonti la località sarebbe stata proprio l'Umbria. A dare credibilità alla notizia ci ha pensato l'aeroporto di Perugia, che in un comunicato diffuso il 17 settembre scorso ha evidenziato come "in questi giorni si siano avvicendati tanti nomi e tante personalità del mondo politico, sportivo ed economico. Dal patron di Prada, Patrizio Bertelli, al premier inglese Boris Johnson, preceduto da Tony Blair e non ultimo il calciatore fuoriclasse Luis Suarez proveniente da Barcellona per sostenere l’esame di lingua italiana presso l’Università per stranieri di Perugia". Un modo per sottolineare come "l’Umbria ed il nostro scalo sono al centro del mondo", ha proseguito la nota. Ma dall'Inghilterra sono arrivate soltanto smentite. "Non che io sappia", questa la frase con cui il ministro dei Trasporti britannico, Grant Shapps, ha risposto a una domanda di Sky News che gli chiedeva se nelle ultime due settimane Boris Johnson fosse stato a Perugia. "Per quanto ne so, penso sia sbagliato", ha aggiunto. "Una notizia assolutamente falsa", hanno ribadito da Downing Street all’Adnkronos. "Il premier non è stato in Italia negli ultimi mesi - hanno aggiunto - Chiunque pubblichi queste tesi sta ripetendo falsità".