Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Foibe, nuova scoperta in Slovenia: fossa con i resti di 250 persone

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Nuova foiba con i resti di 250 persone scoperta in Slovenia. A darne l'annuncio, con tanto di foto, è stata l'Unione degli Istriani. "E' stato comunicato dalla Commissione dello Stato che si occupa delle uccisioni compiute dai comunisti nel 1945 che una nuova cavità naturale contenente resti di infoibati è stata scoperta nella zona del Kočevski Rog. Sono stati individuati dagli speleologi incaricati i resti di circa 250 vittime quasi tutti civili dell'età media di vent'anni", spiega l'Unione sulla propria pagina Facebook. "L'abisso in questione si trova nell'area tra Veliki Rog e Stari žag, nelle immediate vicinanze di un vecchio ospedale partigiano, e i resti sono stati trovati alla profondità di 14 metri", ha dichiarato alla stampa il coordinatore dell'operazione di recupero, l'archeologo Uroš Košir. Zdravko Bučar, presidente del club degli speleologi, ha spiegato che lo scavo all'interno della cavità era stato autorizzato alla fine dello scorso mese di maggio, la prima discesa è stata effettuata all'inizio di luglio. Complessivamente, gli speleologi sono scesi nell'abisso 68 volte e hanno effettuato in totale 91 sollevamenti con 137 carichi. Ci sono voluti tre giorni pieni per riportare in superficie tutti i resti umani. Secondo quanto riportato da Košir, oltre ai resti, sono stati trovati anche cucchiai, pettini, oggetti personali, specchi, un rosario, immagini sacre e circa 400 bottoni".