Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Serial killer e stupratore, confessa per evitare pena di morte: "Mi dispiace se ho fatto del male". 87 le vittime. Ergastolo

  • a
  • a
  • a

Serial killer e stupratore. Ora per evitare la pena di morte si è dichiarato colpevole e così Joseph James DeAngelo, detto il Golden State Killer, è stato condannato all'ergastolo, ma si è salvato la vita. E' un ex agente di polizia della California, 74 anni, e prima della sentenza ha dichiarato in tribunale di "essere veramente dispiaciuto" per gli stupri e gli omicidi. La sentenza pronunciata dal giudice della Corte Superiore della contea di Sacramento, Michael Bowman, significa che DeAngelo morirà in prigione per i crimini commessi tra il 1975 e il 1986.

In tribunale, prima delle parole decisive del giudice, il serial killer si è alzato dalla sedia a rotelle, si è tolto la mascherina e ha detto: "Ho ascoltato tutte le vostre dichiarazioni, ognuna di esse, e mi dispiace davvero per tutti quello che ho fatto di male". Ha inoltre ammesso pubblicamente altre decine di aggressioni sessuali ormai in prescrizione. I pubblici ministeri hanno definito la portata della violenza "semplicemente sbalorditiva": 87 vittime in 53 scene del crimine in 11 contee della California.