Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Registrata la temperatura più alta del mondo: 54,4°C nella Death Valley

Domenica 16 agosto 2020, alle ore 15.41 registrato il record dal 1913

Pietro Paolo Savini
  • a
  • a
  • a

Non lamentatevi del caldo che fa in Italia in questi giorni. Perché è da un'altra parte del mondo il forno del pianeta... Nella giornata di domenica  16 agosto 2020, esattamente alle ore 15.41, la colonnina di mercurio ha raggiunto i 130 gradi Fahrenheit; pari a 54,4 gradi Celsius. Secondo molti meteorologi si tratta della temperatura più alta registrata sulla Terra dal 1913, stando a quanto riporta il Los Angeles Times., scrive in Italia l'Adnkronos.
Se la misurazione effettuata dal National Weather Service risultasse corretta, sarebbe anche tra le prime tre temperature più alte mai registrate in questa area della California orientale, così come la temperatura più alta mai registrata qui durante il mese di agosto. La Death Valley detiene il record per la temperatura più alta mai registrata sul pianeta: 134 gradi  Fahrenheit nel 1913, secondo il Guinness World Records.Da quel record stabilito nella Death Valley nel 1913, la temperatura più alta registrata finora era stata quella di 129 gradi nel 2013 (pari a 56,7 °C:). E domenica 16 agosto i 130 gradi, temperatura record che arriva nel mezzo dell’ondata di caldo che sta continuando a colpire la maggior parte degli Stati Uniti sud-occidentali. Nella giornata di sabato15 agosto 2020 sono state registrate temperature record dal National Weather Service: una massima di 112 gradi a Woodland Hills, Los Angeles, che ha battuto il record di 108 stabilito nel 1977; massima di 92 all’Università della California, Los Angeles, che batte il record di 90 stabilito nel 2003.Il centro di Los Angeles ha raggiunto i 98 gradi, legando un record stabilito nel 1994.. La Valle della Morte (Death Valley in inglese) è un'area desertica degli Stati Uniti d'America che da il nome all'omonimo Parco nazionale situato nello Stato della California e in piccola parte nel Nevada. il "Parco Nazionale della Valle della Morte" (Death Valley National Park). Circa al centro della valle si trova il punto più basso del Nord America (-86 msl). Il nome - ricorda Wikipedia -  deriva dalle particolarissime condizioni climatico-ambientale che rendono estremamente difficile la sopravvivenza di molte specie animali e vegetali viventi. Durante l'estate, a causa delle elevatissime temperature diurne non si può circolare di giorno. Le ore migliori consigliate per arrivarci sono nel pomeriggio, dalle 17 in poi, e nelle prime ore del mattino dalle 4 alle 9. Gli americani ci vanno fuori stagione, soprattutto in inverno, periodo in cui, dopo brevi ma intense fasi piovose, è possibile osservare il fenomeno del deserto fiorito. La Valle è attraversata da una strada e - riporta Wikipedia  - "è possibile che un'autovettura che viaggia di giorno a 45 °C con il condizionatore acceso, possa incorrere in guasti (ad esempio perché si brucia la testata, in quanto l'aria calda che entra non raffredda più il radiatore, di un motore già sovraccaricato dal condizionatore): non bisogna in ogni caso abbandonare l'auto ma aspettare, stando all'ombra dell'auto. Di giorno passa sempre qualcuno che può trainare l'auto in panne oppure telefonare per il carro-attrezzi o ai Rangers in caso di emergenza".

Pietro Paolo Savini