Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Beirut, nuovi scontri tra polizia e manifestanti. Incendio vicino al Parlamento, un ministro si è dimesso

  • a
  • a
  • a

I libanesi sono tornati nelle strade a Beirut, per protestare contro l’elite politica a seguito della devastante esplosione al porto. Hanno lanciato sassi contro gli agenti di polizia, che hanno risposto con gas lacrimogeni. Lo hanno riferito i media locali. I dimostranti si sono raccolti attorno al Parlamento, scontrandosi con le forze di sicurezza che hanno bloccato l’area. Nella zona è divampato un incendio.

il governo sotto pressione perde il suo primo membro. La ministra dell’Informazione, Manal Abdel-Samad, ha annunciato le dimissioni, «nel rispetto dei martiri» e «in risposta alla volontà pubblica di cambiamento». Hanno fatto lo stesso mezza dozzina di deputati, mentre i media prevedono che altri ministri la seguiranno. Scossoni che aumentano ulteriormente l’incertezza e la debolezza del premier Hassan Diab, mentre la rabbia popolare è altissima dopo che almeno 160 persone sono state uccise dalla detonazione causata da tonnellate di nitrato d’ammonio stipate nel porto.