Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Il bambino che dice di aver previsto il Covid annuncia una nuova catastrofe. Abhigya Anand: è tutto fumo

  • a
  • a
  • a

Lui è Abhigya Anand, ha 14 anni, è un indiano ed è noto perché sostiene di aver previsto la pandemia di Coronavirus ad agosto del 2019. Ora dice che il Covid sarà presto superato ma che nel 2021 il mondo sarà investito da una catastrofe ancora peggiore. Diplomato in Ayurvedica ed appassionato di astrologia, è molto seguito soprattutto in Oriente e da tanti considerato attendibile nelle sue previsioni. Non è proprio così. Nel 2019 aveva parlato genericamente di malattie in tutto il mondo che avrebbero chiesto molti sforzi per uscirne, non aveva affatto delineato le caratteristiche del Covid. Ma aveva fatto anche altre previsioni che non si sono per niente avverate: la guerra tra Pakistan e India che non c'è stata; notevoli aumenti del prezzo di petrolio, oro e argento; e aveva parlato di guerra tra Stati Uniti e Iran, sbagliando anche questa. Ora cosa sostiene? Che la fine del Covid arriverà il 5 settembre ma che poi ci sarà una nuova catastrofe da dicembre 2020 a marzo 2021. Di cosa si tratterebbe? Non lo spiega. Dice solo che  “l’uomo non rispetta la terra dove è nato, non smette di uccidere gli animali e continua a danneggiare la natura e le sue azioni stanno aumentando il karma negativo”, concetto che si può esprimere senza essere un mago che prevede il futuro. Insomma tanto fumo.