Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

George Floyd: "Non spararmi, agente, per favore". Le immagini mai viste prima dell'uccisione

  • a
  • a
  • a

Il Daily Mail ha rilasciato in esclusiva il video sui minuti precedenti l'uccisione di George Floyd a Minneapolis lo scorso 25 maggio. Fotogramma dopo fotogramma, le immagini drammatiche testimoniano come si è arrivati al soffocamento dell'afroamericano di 46 anni che ha scatenato la rabbia di mezza America e del mondo.
 


Registrate dalle webcam portate sulla divisa da Thomas Lane e Alex Kueng, i due poliziotti che facevano parte della squadra guidata da Derek Chauvin, l'agente che ha soffocato Floyd  tenendogli per otto minuti il ginocchio sul collo, incurante dei ripetuti appelli dell'uomo che faticava a respirare, le immagini sono agghiaccianti. Floyd - accusato di aver spacciato un biglietto di 20 dollari falso - si è mostrato terrorizzato da subito: gli agenti bussano sulla portiera della sua auto e gli  puntano una pistola in faccia. E lui comincia a implorare: "Non spararmi, agente. Per favore, amico". Lo si vede provare a resistere  all'arresto, mentre dice che soffre di claustrofobia. Che gli è appena morta la mamma e soffre di attacchi di ansia. Gli agenti non lo ascoltano. E lui piange. E implora mentre lo tirano fuori dall'auto. Poi l'uomo improvvisamente in ginocchio. Floyd ripete diverse volte mamma fino a spirare.