Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, allarme mattatoi in Germania: scatta il nuovo lockdown. Oltre 1.500 casi positivi

Julie Mary Marini
  • a
  • a
  • a

Mentre i paesi dell'America Latina vivono la fase più drammatica della pandemia da Coronavirus, l'allerta torna anche in Europa che sembrava aver messo ormai alle spale le settimane più complesse. Il focolaio esploso nel mattatoio Toennies di Rheda-Wiedenbrueck in Germania rappresenta un vero e proprio campanello d'allarme per il Vecchio Continente. E' scattato il nuovo lockdown nel distretto di Guetersloh, che conta circa 360mila abitanti. E' stato il governatore del land tedesco del Nord Reno-Westfalia, Armin Laschet, dopo gli oltre 1.500 contagi registrati nel contesto dell'impresa della carne a decidere la nuova chiusura. Lockdown per cinema, palestre e bar, mentre i ristoranti potranno servire solo persone della stessa famiglia.

Cautele simili sono state prese nella vicina contea di Warendorf per circa 277mila abitanti, tra cui molti lavoratori dell'azienda alimentare. Nuovi casi sono stati segnalati anche in un altro mattatoio a Wildeshausen, nella Germania nord-occidentale: 23 lavoratori del gruppo Phw sono risultati positivi e oltre 1.100 persone devono ancora essere testate. Il presidente del Robert Koch Institute, Lothar Wieler, ha fatto sapere che non è ancora chiaro perché i macelli siano diventati centri di infezione ma ha riferito che le basse temperature e i luoghi chiusi, così come lo sviluppo di aerosol potrebbero giocare un ruolo nella proliferazione del virus.