Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Morte Kobe Bryant e Gigi, il dolore di Vanessa: "Non riesco ad accettare la tragedia. Vorrei non svegliarmi"

Esplora:

Giuseppe Silvestri
  • a
  • a
  • a

"Il mio cervello rifiuta di accettare che se ne siano andati. E' come se stessi cercando di elaborare la scomparsa di Kobe ma il mio corpo non riesce a capacitarsi che la mia Gigi non tornerà più da me". E' quanto si legge in un post pubblicato su Instagram da Vanessa, moglie di Kobe Bryant, morto nell'incidente dell'elicottero avvenuto il 26 gennaio 2020. "Mi sembra sbagliato - scrive ancora - Perché dovrei svegliarmi un altro giorno dal momento che la mia bambina non può farlo? Mi sembra di impazzire, aveva così tanta voglia di vivere". Vanessa sa che deve restare forte per le altre tre figlie con cui condivide il dolore. "Non posso essere con Kobe e Gigi ma per fortuna posso contare su Natalia, Bianka e Capri. Mi rendo conto che ciò che provo è normale. Fa parte del processo di elaborazione del lutto. Volevo solo condividerlo nel caso in cui ci fosse qualcuno là fuori che ha subìto una perdita simile. Dio, come vorrei che fossero qui e che questo incubo finisse. Prego per tutte le vittime di questa orribile tragedia. Per favore, continuate a pregare per tutti".  Guarda anche Il video del tributo dei Los Angeles Lakers a Kobe Bryant