Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Iraq, nuovo raid aereo americano a nord di Baghdad, 6 morti a Taji. Smentita l'uccisione di Al Zaidi

Esplora:

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

Dopo la morte del generale Soleimani (ecco chi è) Nuovo raid aereo condotto nella notte tra venerdì e sabato 4 gennaio in Iraq, nella zona di al Taji, a nord di Baghdad. L'azione militare condotto dalle forze statunitensi ha provocato la morte di sei membri delle milizie di mobilitazione popolare sciita (Pmu). Una fonte della sicurezza irachena ha riferito che l'attacco aereo ha preso di mira dopo la mezzanotte i veicoli all'interno dei quali si trovavano i membri delle forze popolari. La televisione di stato irachena ha dichiarato che gli attacchi aerei Usa hanno preso di mira una figura di spicco delle Pmu nel distretto di Taji, uccidendo 6 persone. Le milizie sciite hanno però negato l'uccisione dei leader i cui nomi sono stati diffusi nella notte (Shibl al Zaidi, Hamid al Jazaeri, Raed al Karawi) sui social media e da alcuni canali satellitari. Trump ieri ha dichiarato: "Abbiamo agito per fermare la guerra, non per iniziarla"