Moltiplichiamoci

Moltiplichiamoci

05.02.2015 - 13:26

0

Per il trascorso Natale, abbiamo regalato a noi stessi e alla nostra Perugia un giornale chiamato Emergenze, attorno al quale si muove un omonimo progetto di poesia, arte contemporanea e disorientamento urbano. L’accoglienza del progetto è stata positiva al di là di ogni aspettativa, a partire dalla presentazione ufficiale a Palazzo della Penna, salutata dalla ressa creativa di circa 400 persone accalcate, fino alle più recenti esperienze di presentazione del progetto a Foligno, Spoleto, Roma, Milano. Ovunque ben accolti da occhi curiosi e dita riaddestrate a palpare la carta. Anche la distribuzione del giornale sta procedendo bene e, contro ogni scetticismo, ci apprestiamo a smaltire una tutt’altro che esigua tiratura di 1.000 copie. Non sono mancate ovviamente le prime critiche, che ben vengano se costruttive e ben vengano pure se distruttive, ben vengano se ottuse, ben vengano se parziali, violente. Ben vengano le critiche, sempre, come i baci e le carezze lungo la schiena. Fra queste le più piacevoli riguardano le grafiche o i contenuti, perché siamo sul terreno della sperimentazione totale e ci piace prestare attenzione ad ogni reazione suscitata. Irrilevanti quelle politiche: il solo fatto di essere definiti comunisti o fascisti con la stessa facilità, manifesta l’evidenza che ci stiamo muovendo su un piano diverso da quello degli schieramenti e chiunque sia lì in agguato con l’etichetta, è destinato a rimanere insoddisfatto. C’è poi una terza categoria che invece vale una riflessione: quella delle critiche di “difesa dello spazio”. Se c’è una cosa che Emergenze ha fatto fin dal primo istante della sua esistenza, è stato dimostrare un sacro rispetto verso tutti coloro che operano sul territorio da prima di noi. Abbiamo stretto un bellissimo rapporto con alcuni degli artisti e attivisti di Fiorivano le Viole, stiamo dialogando costruttivamente con tutte le associazioni dei borghi del centro storico, siamo usciti da Perugia seguendo le orme di realtà dal basso come Viaindustriae a Foligno e lo Studio A'87 di Franco Troiani a Spoleto. Non ci siamo mai posti su un terreno di presunta superiorità rispetto alle preesistenze né tantomeno siamo entrati in gioco sfidandole. E perché avremmo dovuto? Ci fa sorridere vederci guardati con diffidenza o addirittura osteggiati da parte di alcune realtà culturali preesistenti, siano esse artistiche, politiche o editoriali, per un semplicissimo fatto: Perugia e l’Umbria hanno bisogno di una miriade di queste esperienze e allo stato attuale c’è spazio per tutti. Perché difendere il proprio recinto anziché aprirlo all’incrocio, al rapporto, alla collaborazione, all’incomprensione o magari alla lotta? Purché sia lotta aperta però, non quella fatta di battute, chiacchiericci e tentati sabotaggi. Abbiamo costruito Emergenze sull’esempio di epoche in cui i giornali d’avanguardia erano decine in ogni città, centinaia in ogni regione. Non ci piegheremo alla logica della competizione, che anzi, in qualità di Sacerdote di Emergenze, contraddico apertamente con il seguente “Invito alla moltiplicazione”. Cari fermenti culturali, fatelo per il vostro bene, riproducetevi! Fatelo per voi e per la vostra Perugia. Non uscite di casa in cerca della garanzia di essere gli unici, ma sperate di trovare per strada altri come voi. Non abbiate paura del contatto, perché esso è la base dell’attività culturale. Si cresce venendo imitati, copiati, derisi, superati o distrutti se sarà. Magari toccherà a noi, magari a voi la triste sorte, chi se ne importa? Siamo giovani no, e possiamo rinascere...Vorrei svegliarmi domattina circondato da suoni, esperimenti, volontà, accoppiamenti. Perché averne paura? Perugia ha bisogno di più giornali. Emergenze è solo uno di più ma ce ne vogliono altri: di arte, di politica, di comunità, di vizi e di virtù. Non temete l’apertura di un nuovo locale, di un nuovo cinema, di una nuovo spazio reale o virtuale... Ciò che sarà tolto a voi. verrà restituito alla città e quindi a voi stessi in fin dei conti. Miglioratevi, questo sì. Che la concorrenza sia di stimolo, questo sì. Perché vivere di privilegi acquisiti a discapito della collettività? Meglio rischiare, essere costretti a muoversi, essere sfidati dagli avvenimenti. Sorridete dai, se domani avremo una città migliore sarà merito nostro come vostro. Non vorrei mai avere il piacere di signoreggiare il nulla.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Arrivate a Ciampino le bare dei due agenti uccisi a Trieste

Arrivate a Ciampino le bare dei due agenti uccisi a Trieste

Roma, 16 ott. (askanews) - Le bare di Pierluigi Rotta e Matteo Demenego sono arrivate all'aeroporto militare di Roma-Ciampino in provenienza da Trieste, dove si sono tenuti i funerali solenni dei due agenti della Polizia uccisi durante una sparatoria in questura da un uomo arrestato, che è riuscito ad impossessarsi delle loro pistole e a scappare all'esterno, dove è stato fermato dai loro ...

 
Emergenza climatica, in Consiglio Regionale del Piemonte una seduta aperta sull'ambiente

Emergenza climatica, in Consiglio Regionale del Piemonte una seduta aperta sull'ambiente

(Agenzia Vista) Piemonte-VdA, 16 ottobre 2019 Emergenza climatica, in Consiglio Regionale del Piemonte una seduta aperta sull'ambiente Il Consiglio Regionale del Piemonte ha tenuto una seduta d'aula aperta sul tema dell'ambiente con interventi dei consiglieri regionali e associazioni ambientaliste, atenei, enti locali e associazioni di categoria, presenti al dibattito in Aula anche i ragazzi di ...

 
Innovazione e sostenibilità, De Micheli: "Temi entrati anche in infrastrutture e trasporti"

Innovazione e sostenibilità, De Micheli: "Temi entrati anche in infrastrutture e trasporti"

(Agenzia Vista) Roma, 16 ottobre 2019 Innovazione e sostenibilità, De Micheli: "Temi entrati anche in infrastrutture e trasporti" "Innovazione e sostenibilità temi entrati anche in infrastrutture e trasporti". Così il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli, intervenuta a margine di un convegno a Palazzo Wedekind su Ricerca, Innovazione e Sostenibilità a cura del gruppo ...

 
Flat tax, Giorgetti: "Si poteva fare, qualcuno poi ha deciso che doveva andare diversamente"

Flat tax, Giorgetti: "Si poteva fare, qualcuno poi ha deciso che doveva andare diversamente"

(Agenzia Vista) Roma, 16 ottobre 2019 Flat tax, Giorgetti: "Si poteva fare, qualcuno poi ha deciso che doveva andare diversamente" "Flat tax si poteva fare, qualcuno poi ha deciso che doveva andare diversamente". Così Giancarlo Giorgetti, intervenuto a margine di un convegno a Palazzo Wedekind su Ricerca, Innovazione e Sostenibilità a cura del gruppo Chiesi Farmaceutici. Fonte: Agenzia Vista / ...

 
Lorenzo, un ternano incanta X Factor

IL SOGNO

Lorenzo Rinaldi, un ternano incanta X Factor

di Giorgio Palenga Malika Ayane, giudice della sua categoria (under uomini), ai boot camp che hanno sancito il passaggio di Lorenzo Rinaldi al turno successivo di X Factor, ...

13.10.2019

Lenny Kravitz a Uj, biglietti a partire da 65 euro

Perugia

Lenny Kravitz a Uj, biglietti a partire da 65 euro

Sulla scia di un trionfale World Tour di 2 anni, Lenny Kravitz torna di nuovo on the road con “Here to Love” Tour 2020 e il 10 luglio sarà a Perugia, a Umbria jazz, all'arena ...

11.10.2019

Eurochocolate attacca bottone e distribuisce "santini"

Perugia

Eurochocolate distribuisce "santini"

Ampio sfogo alla fantasia per il claim Attacca bottone dell nuova edizione di Eurochocolate a Perugia dal 18 al 27 ottobre. La kermess del cioccolato è stata presentata ...

11.10.2019