Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gas, Mosca attacca l'Europa: "Piano Cingolani imposto da Usa e Ue, gli italiani soffriranno"

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Riflettori sempre puntati sul gas in Europa, dopo che Gazprom ha deciso di prolungare la chiusura del gasdotto Nord Stream sospendendo quindi di fatto la fornitura al Vecchio Continente. Al mercato Ttf di Amsterdam, riferimento per gli scambi, in mattinata rispetto alla chiusura di ieri a 240 euro al megawattora i valori scendono a 218 euro (-11%) recuperando i livelli di venerdì, dopo il balzo subito a seguito dell'annuncio russo della chiusura delle forniture attraverso il Nord Stream 1.

 

 

Da Mosca arriva poi un nuovo attacco all'Europa e al piano italiano per la riduzione della dipendenza delle fonti energetiche russe. Secondo la portavoce del ministero degli Esteri di Mosca, Maria Zakharova, il piano messo a punto dal ministro per la Transizione ecologica Roberto Cingolani "è imposto a Roma da Bruxelles, che a sua volta agisce su ordini di Washington, ma alla fine saranno gli italiani che dovranno soffrire", ha scritto in un post su Telegram. "Roma è spinta al suicidio economico per la frenesia sanzionatoria euro-atlantica" continua.

 

 

Un intervento che arriva poche ore dopo quello il ministro dell'Energia russo Nikolai Shulginov, secondo il quale "L'Europa non ha nessuno su cui fare affidamento tranne gli americani, che stanno aumentando la produzione di Gnl" e se "prevede di abbandonare del tutto le forniture di gas russo", per raggiungere l'obiettivo deve essere sicura "di poterlo fare entro il 2027".