Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Da oggi Pos obbligatorio. Codacons: "Pronte raffiche di denunce per chi rifiuta il pagamento"

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Da oggi "entrano in vigore sanzioni per chi rifiuta pagamenti con Pos. Una misura attesa da 8 anni. Pronti a raffica di denunce contro gli esercenti scorretti" afferma il Codacons. "Come da decreto legge 36 del 30 aprile 2022 del Consiglio dei ministri (’Ulteriori misure urgenti per l’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienzà) - spiega il Codacons - entrano in vigore con 6 mesi di anticipo le disposizioni che, in caso di mancata accettazione da parte di esercizi commerciali, imprese e professionisti dei pagamenti con bancomat e carte di credito, prevedono una sanzione amministrativa di 30 euro, aumentata del 4% del valore della transazione per la quale sia stata rifiutata l’accettazione del pagamento". Saranno interessati dalla "novità numerose figure professionali: artigiani come falegnami, fabbri e idraulici; ristoratori e baristi; negozianti e ambulanti; notai, avvocati, ingegneri, geometri, commercialisti, medici, consulenti del lavoro, dentisti e professionisti in genere".

 

 

"L’entrata in vigore della norma che introduce le sanzioni in caso di mancato utilizzo del POS rischia di tradurre il provvedimento in costi insostenibili per le imprese più piccole, specie a conduzione familiare, ma annullerebbe lo stesso principio condivisibile alla base delle sanzioni per alcune tipologie di impresa: la lotta all’evasione fiscale, tramite l’obbligo di accettazione di pagamenti con carta e bancomat, è un controsenso nel caso delle tabaccherie che sono, infatti, concessionarie dello Stato". Così Assotabaccai in una nota che chiede "quanto prima un confronto con il Governo in merito all’esclusione delle tabaccherie/ricevitorie dall’obbligo di pagamento con moneta elettronica per quanto riguarda i generi di monopolio"