Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Vino, il Parlamento europeo considera pericoloso l'abuso e non l'uso di alcol. Regimenti: "Vittoria di Forza Italia"

  • a
  • a
  • a

Il Parlamento europeo ha deciso di considerare dannoso l'abuso di alcol e non l'uso moderato. E così, dopo l’esito del voto in plenaria del Rapporto della Commissione speciale per la lotta contro il cancro (Beca) sul rafforzamento delle strategie dell’Europa nel combattere la malattia, l'eurodeputata di Forza Italia, Luisa Regimenti, ha espresso "grande soddisfazione per la decisione del Parlamento europeo di non danneggiare il made in Italy, obbligando a considerare il semplice consumo di vino come pericoloso per la salute. Non ha prevalso l’integralismo ma la ragionevolezza nel considerare dannoso l’abuso di alcol e non l’uso moderato. E questo grazie al decisivo apporto di Forza Italia, che ha dimostrato ancora una volta di essere un partito responsabile e in prima linea per difendere gli interessi del nostro Paese in Europa e nel mondo. In particolare, siamo felici di aver sostenuto e protetto il settore vitivinicolo, cioè una delle nostre migliori eccellenze”.

 

 

Regimenti ha quindi proseguito affermando che "la lotta al cancro non deve conoscere sosta e il ruolo dell’Unione europea è fondamentale". L'abuso di alcol è causa del 3% dei tumori. "E’ vero - ha proseguito l'eurodeputata di Forza Italia - E come tale, va combattuto. Ma è cosa ben diversa dall’uso moderato. Tutti gli studi dimostrano che un bicchiere di vino ai pasti si associa ad una maggiore longevità e a un ridotto rischio di morte per malattie cardiovascolari e neurologiche".

 

 


Secondo Luisa Regimenti, quindi, “il fatto che il Parlamento europeo abbia accolto in pieno le nostre obiezioni è la dimostrazione che non si può usare la lotta al cancro, come qualcuno ha inteso fare, per affossare un settore importante e nevralgico per l’Italia come quello vitivinicolo, che ci è invidiato in tutto il mondo”, ha concluso.