Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Lavoro, concorso per 275 assunzioni all'Agenzia nazionale per la sicurezza di ferrovie e strade. Scarica il bando

  • a
  • a
  • a

L’Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali e autostradali (Anfisa) assume 275 persone tra diplomati e laureati. Il concorso è stato indetto e le domande devono essere presentate entro il 27 gennaio. Il concorso è volto alla copertura di posti a tempo pieno e indeterminato. Di seguito l'elenco dei ruoli a disposizione: 25 posti nell’Area Professionisti di II qualifica professionale, categoria professionale geometra, profilo professionale professionista Geometra, posizione economica PII1; 131 funzionari tecnici, posizione economica C1; 5 funzionari geologi, posizione economica C1; 2 funzionari statistici, posizione economica C1; 2 funzionari tecnici esperti in fattori umani, posizione economica C1; 10 funzionari informatici, posizione economica C1;  70 collaboratori tecnici, posizione economica B1; 10 collaboratori informatici, posizione economica B1; 10 funzionari amministrativi, posizione economica C1; 10 collaboratori amministrativi, posizione economica B1.

I nuovi assunti saranno assegnati alle seguenti sedi. Uffici centrali: Roma, Firenze e Genova. Uffici operativi territoriali: area nord-ovest, sedi di Genova, Torino e Milano; area nord-est: sedi di Venezia e Bologna; area centro, sedi di Roma, Firenze, Cagliari, Ancona e Pescara; area sud, sedi di Bari, Napoli, Catania e Palermo. Per partecipare al concorso per assunzioni in vari profili professionali è richiesto il possesso dei requisiti generali: cittadinanza italiana o di altro Stato membro dell’Unione europea o di altre categorie indicate nel bando; idoneità fisica; godimento dei diritti civili e politici; inclusione nell’elettorato politico attivo; non essere sottoposti a misure di sicurezza detentive, a libertà vigilata o a misure di prevenzione; assenza provvedimenti di destituzione o dispensa dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento; non essere stati dichiarati decaduti o licenziati da un impiego pubblico per averlo conseguito mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile; assenza di condanna penale o provvedimento comunque definitivo dell’Autorità giudiziaria, come pure di sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell’articolo 444 del codice di procedura penale divenuta definitiva, per reati inerenti fattispecie che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni, la costituzione del rapporto di impiego con la pubblica amministrazione o per reati che comunque comportino la destituzione da pubblici uffici; non essere stati interdetti dai pubblici uffici o sottoposti a misure che, per legge, escludono l’accesso agli impieghi presso le pubbliche amministrazioni, né avere riportato la pena accessoria dell’estinzione del rapporto di lavoro o di impiego ai sensi dell’art. 32-quinquies c.p., né infine di essere sottoposti a misura cautelare restrittiva della libertà personale; non essere incompatibili in base alla normativa vigente con lo status di dipendente pubblico e per i candidati di sesso maschile nati prima dell’anno 1986: posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva militare. Ovviamente ai candidati sono richiesti requisiti specifici in base al profilo per il quale concorrono. Requisiti che sono elencati nel bando per il concorso che può essere scaricato cliccando qui oppure scaricando il pdf che riportiamo qui sotto.

I candidati al concorso per assunzioni di diplomati e laureati presso Ansfisa saranno selezionati mediante le seguenti fasi: una prova scritta e valutazione dei titoli. L'Ansfisa promuove e assicura la vigilanza sulle condizioni di sicurezza del sistema ferroviario nazionale e delle infrastrutture stradali e autostradali. Sulla sua attività esercita una funzione di vigilanza il Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili. La domanda di partecipazione al concorso dovrà essere presentata entro le ore 18 del 27 gennaio 2022 esclusivamente per via telematica accedendo con credenziali Spid o Cie , previa registrazione sul sistema Step One 2019.