Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Imprese vincenti 2021 e valorizzazione delle Pmi, Barrese: "Decisive per il rilancio di questo Paese"

  • a
  • a
  • a

La valorizzazione delle piccole e medie imprese italiane al centro del digital tour di Imprese Vincenti 2021, che si è chiuso a Milano martedì 30 novembre. Le Pmi sono fondamentali per la vitalità del sistema produttivo, soprattutto nella delicata fase di risposta alla pandemia e di rilancio della produttività distintiva del made in Italy e delle filiere e distretti sui territori. L’evento di chiusura, realizzato in collaborazione con The European House-Ambrosetti, ha celebrato la ricchezza e la vitalità delle piccole e medie imprese italiane, motore dell’economia e principali interpreti dell’attuale ripartenza economica del Paese. Anche per questo si è preferita una forma ibrida, in presenza e in collegamento, nel massimo rispetto delle misure di contenimento del contagio, proprio per dare segno dell’energia che il mondo imprenditoriale esprime.

 

 

Davanti alle centododici Imprese Vincenti 2021 si sono succeduti gli interventi di economisti, istituzioni e imprenditori, tracciando un bilancio dell’edizione e sviluppando un dialogo che mette al centro le imprese e gli strumenti a loro disposizione per cogliere le opportunità offerte dalla transizione ecologica e digitale e contribuire a realizzare gli obiettivi del Pnrr, in una logica di concretezza e realizzazione degli obiettivi che trova nello spirito imprenditoriale una delle manifestazioni più esemplari.
Quest’anno Imprese Vincenti attiverà nuovi interventi per le Pmi, in un quadro articolato di opportunità e strumenti di crescita messi a disposizione da Intesa Sanpaolo, in linea con gli impulsi di rilancio dell’economia del Paese e in coerenza con il piano Motore Italia, il nuovo programma strategico del Gruppo che mette a disposizione 50 miliardi per il rilancio delle Pmi. Da inizio anno, il Gruppo ha erogato quasi 21 miliardi di euro alle imprese italiane. Sul fronte della transizione ecologica e sostenibile - sempre nel quadro degli interventi previsti da Motore Italia e in una prospettiva di sviluppo attraverso il coinvolgimento delle Imprese Vincenti – ammontano ad oltre 2 miliardi di euro le erogazioni attivate da Intesa Sanpaolo attraverso gli S-Loan, che finanziano investimenti delle Pmi in ottica Esg e di economia circolare.

 

 

“Questa edizione di Imprese Vincenti è quanto mai attuale perché ha reso tangibile il ruolo delle Pmi come motore dell’economia in questa fase di rilancio del Paese - ha sottolineato Stefano Barrese, responsabile Divisione Banca dei Territori Intesa Sanpaolo -. Se in Italia la ripresa è più veloce delle attese e superiore alla media dell’eurozona lo dobbiamo in gran parte alle Pmi, che contraddistinguono la specificità del nostro sistema produttivo e che stanno dimostrando una grande capacità di competere anche a livello internazionale. Nel percorso sviluppato quest’anno, Imprese Vincenti ha messo in evidenza realtà che hanno saputo adattarsi e reagire alla situazione di crisi, che hanno sviluppato progetti in una prospettiva di medio periodo, che hanno investito sul proprio capitale umano o sulle tecnologie digitali, che hanno fatto proprio un nuovo approccio verso la transizione sostenibile o che hanno affrontato la crisi migliorando le proprie potenzialità attraverso piattaforme e sistemi informativi avanzati. Sono aziende spesso fortemente rappresentative della qualità e dell’eccellenza del made in Italy”.