Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

E' morto Ennio Doris, fondatore di Banca Mediolanum: aveva 81 anni

  • a
  • a
  • a

Lutto nel mondo dell'imprenditoria italiana. E' morto nella notte tra martedì 23 e mercoledì 24 novembre, alle ore due e dodici minuti, all’età di 81 anni, Ennio 
Doris
, fondatore e presidente onorario di Banca Mediolanum. Lo annunciano la moglie Lina Tombolato e i figli Sara e Massimo. "Tutti i Family Banker, i dipendenti e i collaboratori di Banca Mediolanum - si legge in una nota - si stringono uniti e partecipi attorno alla famiglia Doris e, con enorme commozione, rendono omaggio a Ennio Doris, grande uomo e straordinario imprenditore. In questi giorni di lutto la famiglia Doris desidera mantenere uno stretto riserbo che chiediamo di voler rispettare". 

 

 

Per oltre quarant’anni è stato indiscusso protagonista della grande finanza italiana nonché imprenditore, banchiere e fondatore di Banca Mediolanum, una delle più importanti realtà del panorama bancario nazionale presente anche in Spagna, Germania e Irlanda. Nel 1992 gli viene conferita l’Onorificenza di Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana e nel 2002 quella di Cavaliere del Lavoro. Sempre nel 2002 consegue il Master honoris causa in Banca e Finanza della Fondazione Cuoa. Dal 2000 al 2012 ha ricoperto la carica di Consigliere in Mediobanca Sèa e di Banca Esperia Spa.

 

 

Dal 1996 è stato Amministratore Delegato di Mediolanum Spa, holding del Gruppo, sino al 2015, anno della fusione per incorporazione in Banca Mediolanum. Fino a allo scorso 3 novembre 2021 Ennio Doris ha ricoperto la carica di Presidente di Banca Mediolanum, giorno nel quale è stato nominato, a seguito di delibera assembleare, Presidente Onorario. Ennio Doris ricopriva altresì la carica di Presidente Onorario di Fondazione Mediolanum Onlus. Nei primi anni Novanta Ennio Doris ha importato dal Regno Unito l’idea di una banca senza sportelli, quando internet ha iniziato a muovere i primi passi anche in Italia. Un’intuizione, anche questa, in cui ha dimostrato con lungimiranza le trasformazioni che ancora oggi investono profondamente il settore bancario.