Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Crisi, famiglie in affanno: nel 2020 redditi giù in valore e potere d'acquisto. Tutti i dettagli

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Il Covid, ma non solo, ha dato un colpo pesantissimo alle ricchezze delle famiglie italiane. Il reddito disponibile delle famiglie consumatrici ha segnato nel 2020 una diminuzione del 2,9% in valore e del 2,6% in termini di potere d’acquisto. La contestuale marcata diminuzione dei consumi privati (-11,0%), ha generato una crescita della propensione al risparmio delle famiglie al 15,6% dall’8,0% del 2019. Questo quanto emerge dai conti economici nazionali 2018-2020 pubblicati mercoledì 22 settembre dall’Istat

 

 

Sempre dalle rivelazioni dell'istituto, l’indebitamento netto delle Amministrazioni pubbliche in rapporto al Pil è pari nel 2020 a -9,6% (-1,5% nel 2019), con una revisione di -0,1 punti percentuali rispetto alla stima pubblicata ad aprile. Il saldo primario (indebitamento netto meno la spesa per interessi) è pari a -6,1% del Pil. La stima aggiornata dei conti economici nazionali conferma quindi la contrazione di entità eccezionale dell’economia nel 2020, con un tasso di variazione del Pil del -8,9% a fronte di un incremento dello 0,4% nel 2019.

 

 

Dal lato della domanda, a trascinare la caduta del Pil è stata soprattutto la domanda interna, mentre la domanda estera e la variazione delle scorte hanno fornito contributi negativi molto più limitati. Dal lato dell’offerta di beni e servizi, si confermano le forti contrazioni del valore aggiunto in agricoltura, nelle attività manifatturiere ed in alcuni comparti del terziario. L’indebitamento netto delle Amministrazioni pubbliche è pari al 9,6% del Pil, in netto peggioramento rispetto al 2019, soprattutto a causa delle misure di sostegno introdotte per contrastare gli effetti della crisi. L’emergenza Covid ha tagliato quindi di circa 124 miliardi i consumi degli italiani crollati dell’11,7% nel 2020 rispetto all’anno precedente e che hanno toccato il minimo dall’ultimo decennio per effetto delle restrizioni adottate per combattere la pandemia. Questo quanto emerso da una analisi della Coldiretti su dati Istat relativi ai consumi delle famiglie a valori concatenati.