Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Alitalia, già 4.900 candidature per i 2.800 posti disponibili con Ita: già raggiunto numero massimo di piloti

  • a
  • a
  • a

Giorni intensi per Alitalia. Continua infatti il confronto tra Ita, la nuova compagnia aerea che subentrerà ad Alitalia, e i sindacati. Secondo quanto ha appreso l’Adnkronos venerdì 27 agosto sarebbe in programma un nuovo incontro tecnico dopo quello del 25 agosto. Intanto sono arrivate 4.900 candidature sulla piattaforma creata da Ita per la raccolta di candidature per le figure professionali da inserire successivamente nelle aree operative di volo e di terra e in quelle di staff a fronte di 2.800 posti disponibili.

 

 

Secondo indiscrezioni raccolte dall’Adnkronos, è già stato raggiunto il numero massimo di piloti e assistenti di volo necessari alla compagnia Ita. E' attivo da giovedì 26, infatti, il sito https://cving.com/ita-jobs sul quale Ita ha avviato una campagna di raccolta di candidature per le figure professionali da inserire successivamente nelle aree operative di volo e di terra e in quelle di staff. In linea con i valori e la strategia della compagnia, che punta con decisione sulla digitalizzazione dei processi aziendali per sviluppare un’organizzazione flessibile e snella, il processo di raccolta delle candidature avviene online, attraverso l’ausilio di innovative piattaforme digitali. Per comprare invece i biglietti sui voli intercontinentali di Italia Trasporto Aereo bisognerà aspettare ancora qualche settimana. Tra le rotte messe in vendita il 26 agosto dalla nuova aviolinea pubblica, che appunto prenderà il posto di Alitalia, mancano le destinazioni di lungo raggio previste in decollo dal prossimo 15 ottobre. Questo quanto emerge dall’analisi del Corriere della Sera sulla programmazione caricata nei sistemi di vendita. Non si possono così acquistare al momento i viaggi per New York, per Tokyo Haneda, Boston e Miami (tutte raggiungibili dalla Capitale eccezion fatta per New York). Per comprare i biglietti sui voli intercontinentali di Italia Trasporto Aereo bisognerà aspettare ancora qualche settimana. Alla base di questo ritardo c’è una limitazione burocratica.