Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Super cashback, classifica del 9 giugno: giallo sulla stangata ai furbetti

  • a
  • a
  • a

Super cashback, la classifica aggiornata al 9 giugno vede 533 pagamenti come soglia necessaria a trovarsi tra i primi 100 mila utenti che si porteranno a casa il bonus da 1.500 euro al termine del primo semestre dell'iniziativa. La classifica, che ha recepito i pagamenti fino a lunedì 7 giugno, secondo quanto riportato sull'app Io, è ancora provvisoria, dato che quella definitiva dell'iniziativa sarà pubblicata entro e non oltre il 10 luglio.

 

Ci sarà infatti tempo per fare eventuali ricorsi a fronte di pagamenti eventualmente non conteggiati dal programma. Come oramai noto, peraltro, ci vogliono fino a cinque giorni lavorativi per computare tutte le transazioni effettuate, ovvero il tempo necessario per istituti di credito, app, circuiti digitali e altri sistemi di pagamento aderenti al programma, per elaborare e trasmettere tutti i dati all'app Io, che gestisce l'iniziativa. Sulla classifica, tuttavia, resta pendente il giallo legato alla stangata ai cosiddetti "furbetti". E' passata ormai più di una settimana, infatti, dall'invio degli avvisi recapitati via sms o tramite messaggi nell'apposita sezione dell'app volti a chiedere spiegazioni sulle microtransazioni effettuate da molti utenti.

 

I "furbetti" le avrebbero infatti utilizzate unicamente per scalare la classifica, eludendo così lo spirito dell'iniziativa, volta a incoraggiare la diffusione di sistemi di pagamento elettronici e digitali, così da ridurre il ricorso al contante e combattere l'evasione fiscale. L'annunciato annullamento delle transazioni sospette o non giustificate non risulta infatti ancora avvenuto e la classifica resta di fatto immutata anche dopo la settimana di tempo concessa per fornire le dovute spiegazioni in merito ai pagamenti di importo irrisorio, Non si sa, quindi, se l'eventuale mannaia avverrà ora o solo al termine del semestre, così da evitare di influenzare ora la classifica e far sì che i "furbetti" possano recuperare il terreno perduto. Ma, per ora, si tratta solo di ipotesi.