Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Superenalotto, l'incredibile vincitore di 156 milioni: passano tre giorni e si presenta all'incasso

  • a
  • a
  • a

La quarta vincita al Superenalotto più alta di tutti i tempi, non è assolutamente destinata a restare "non incassata". E' il contrario: il vincitore ha già riscosso i 156 milioni di euro vinti grazie al sei di sabato 22 maggio. Il giocatore (o la giocatrice) di Montappone, in provincia di Fermo, ha azzeccato il sei, cosa che non accadeva dal 7 luglio 2020, quando 59 milioni erano stati conquistati a Sassari. Dopo aver ringraziato con una telefonata il titolare del tabaccaio dove aveva giocato la schedina, il baciato dalla fortuna ha atteso solo i tempi tecnici. Oggi, martedì 25 maggio, si è presentato e ha ritirato i 156 milioni. 

E' stato l'ufficio premi della Sisal a ufficializzarlo, così come ha confermato che l'incredibile somma è stata vinta con una schedina di appena due euro. In pratica due "giocate secche". Le procedure per il ritiro del premio sono state concluse nello sportello Sisal di Roma e da oggi in Italia c'è ufficialmente un super milionario in più. La fortunatissima schedina era stata giocata nel punto vendita Sisal Tabacchi 3, in via Roma, proprio nel piccolo paesino marchigiano dove vivono poco più di 1.500 persone. Naturalmente il nome e il volto del vincitore restano riservati

Non manca un particolare. Di solito chi vince premi così importanti attende qualche settimana prima di dedicarsi alla riscossione. Stavolta è accaduto il contrario: soltanto tre giorni per poi presentare la vincita direttamente all'incasso. Il fortunatissimo forse in queste notti ha avuto difficoltà anche a dormire, pensando come stesse per cambiare la sua vita. E subito ha riscosso. La Sisal ricorda che è già accaduto quattro volte che il vincitore del Jackpot si è presentato dopo pochi giorni, ma è la prima occasione che succede per una vincita superiore ai cento milioni di euro. Quella di oggi è stata una giornata indimenticabile per il fortunatissimo giocatore. O giocatrice.