Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Super cashback, la classifica al 14 maggio: corsa alle prime 100 mila posizioni

  • a
  • a
  • a

Super cashback, la classifica aggiornata a venerdì 14 maggio sale a 372 transazioni per trovarsi nei primi 100 mila posti utili a ricevere il bonus da 1.500 euro al termine del semestre.

 

Sta salendo in maniera esponenziale il numero dei pagamenti elettronici e digitali effettuati dagli utenti che mirano a scalare questa speciale classifica. La soglia utile ad aggiudicarsi il bonus, infatti, sta salendo a una media di 5-6 transazioni al giorno ed è prevedibile che di questo passo il loro numero potrà aumentare. Di fatto, a questo punto, solo chi si trova tra le prime 200 mila posizioni (la classifica e la propria posizione è consultabile attraverso la app Io sul proprio cellulare) può sperare di scalare la classifica. Anche perché ormai i metodi utilizzati inizialmente dai cosiddetti "furnetti" stanno diventando di uso comune per una platea molto ampia di utenti.

 

Tra questi, il più frequente è quello che dilaziona il pieno di carburante della propria auto in diverse operazioni presso lo stesso self service di una o più stazioni di riferimento, con casi record registrati in varie parti d'Italia di decine di scontrini effettuati dallo stesso utente per una spesa totale di poche decine di euro. Meccanismi volti unicamente ad accumulare transazioni e scalare la classifica, non vietati nè previsti come penalizzanti dal regolamento dell'iniziativa, che rientra nel piano cashless Italia voltuo dall'ultimo governo Conte per disincentivare l'uso del contante e promuovere il ricorso alla moneta elettronica. Il tutto con il fine ultimo di ridurre l'evasione fiscale. Ma i limiti dell'operazione "super cashback" iniziano ad essere evidenti, sotto questo punto di vista. Tant'è che non è detto che l'iniziativa venga replicata nei prossimi due semestri, periodi nei quali è stata programmata da parte del legislatore. O, quanto meno, potrebbero cambiare alcune regole.