Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Super cashback, la classifica al 9 maggio: aumentano i pagamenti digitali per il bonus da 1.500 euro

  • a
  • a
  • a

Super cashback, la classifica aggiornata al 9 maggio per il bonus da 1.500 euro corre in maniera vertiginosa. Ci vogliono infatti 352 transazioni per posizionarsi tra i primi 100 mila utenti aderenti all'iniziativa che riceveranno il premio al termine del primo semestre dell'anno.

 

Si avvicina a tre pagamenti digitali al giorno la media per tenere il passo dei primi classificati, che hanno "puntato" il premio messo in palio dal governo nell'ambito del piano Cashless Italia, che mira a ridurre il ricorso al contante incentivando i pagamenti con app, bancomat e carte di credito. Questa iniziativa, come ormai noto, si affianca al cashback ordinario che, a fronte di almeno 50 pagamenti digitali nel semestre compreso tra l'1 gennaio e il 30 giugno, consente di ricevere un rimborso fino a 150 euro, sulla base del 10 percento del valore di ogni transazione (il cui rimborso, il cashback appunto, non può superare i 15 euro per pagamento). Ogni semestre, quindi, è teoricamente possibile ricevere un cashback di 150 euro a un bonus da 1.500 euro.

 

Per farlo, ogni utente può essere dotato di più carte o app abbinate al proprio account, a patto ovviamente che siano intestate alla stessa persona. In queste ultime settimane di questa prima finestra dell'iniziativa, la corsa per il bonus si sta facendo sempre più accanita, con i 1.500 euro che saranno accreditati automaticamente - ed esentasse - entro i 60 giorni successivi al termine dell'iniziativa (quindi entro il 31 agosto). Attualmente, sempre che il governo non scelga di intervenire diversamente, l'iniziativa è prevista anche per il secondo semestre del 2020 e il primo del 2021. Nel futuro, tuttavia, potrebbero cambiare le regole, per evitare fenomeni come quelli dei micro pagamenti o delle transazioni ravvicinate presso lo stesso esercente (per chi, ad esempio, divide in più parti lo stesso conto della spesa).