Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Truffa a cittadini e aziende in nome dell'Inps: massima attenzione

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Ancora tentativi di truffa a nome dell'Inps, come purtroppo è già accaduto in passato. E' stato lo stesso istituto a mettere in guardia i cittadini, ufficializzando che sono in corso nuovi tentativi attraverso e-mail. I truffatori in pratica cercano di sfruttare apparenti comunicazioni da parte dell'istituto e invitano chi riceve la mail a scaricare i bollettini di versamento che sono già precompilati oppure a cliccare sui link per ricevere ipotetici rimborsi di contribuiti versati in eccesso. Ovviamente in entrambi i casi la vittima ci rimette soldi.

Stando sempre alla comunicazione dell'Inps, viene utilizzato l'indirizzo [email protected] che tra l'altro corrisponde ad una casella di posta elettronica che è effettivamente utilizzata presso l'istituto. L'Inps invita "le aziende e i contribuenti a diffidare di comunicazioni che propongano di scaricare eventuali allegati, in quanto finalizzate a sottrarre fraudolentemente dati anagrafici oppure relativi a conti correnti o a carte di credito". Inoltre ricorda che "le informazioni sulla propria posizione contributiva sono consultabili accedendo direttamente al sito www.inps.it e che l’Inps, per motivi di sicurezza, non invia mai comunicazioni di posta elettronica contenenti allegati da scaricare o link cliccabili". 

L'istituto chiede di essere contattato per qualsiasi necessità e di alzare al massimo l'attenzione per evitare di essere vittime della truffa. Purtroppo molto spesso l'Inps, come altri enti pubblici nazionali o locali, viene utilizzato come "maschera" dei truffatori. E' accaduto già in passato e sono sempre molti i cittadini che ci cascano, perché in quel momento non pensano di essere davanti a una beffa oppure sono solo distratti. In più di una occasione anche l'Enel ha messo in guardia gli utenti, sottolineando che è sempre importante tenere alta l'attenzione per evitare di far sorridere chi riesce a sottrarre denaro. Tutte le verifiche del caso vanno fatte anche davanti eventuali acquisti da privati: troppo spesso l'oggetto che viene comprato non arriva mai a destinazione.