Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, sicurezza sul lavoro: calo del 15.3% degli infortuni in agricoltura

  • a
  • a
  • a

Quella di oggi, mercoledì 28 aprile, è la Giornata mondiale per la sicurezza e la salute sul lavoro. Ancora una volta Confagricoltura ribadisce il proprio impegno a fianco delle imprese agricole con i loro addetti, per "sviluppare una sempre migliore qualità del lavoro e, conseguentemente, delle produzioni". Ma comunica anche una serie di dati. Nonostante il settore non abbia smesso di produrre, anche in Umbria è diminuito il numero di denunce di infortuni con un dato (-15,3%) inferiore a quello nazionale (-19,6%). Nel documento dell'associazione si legge che "secondo l’ultimo Report Inail, nel 2020 a livello nazionale si è registrata una significativa diminuzione del numero di denunce di infortuni in agricoltura, anche se il settore non ha smesso di produrre: 26.287 casi, rispetto ai 32.692 del 2019".

"Il calo che emerge dal confronto tra gli open data mensili dell’Inail rilevati al 31 dicembre del 2019 e del 2020 è pari al 19,6%. Anche per l’Umbria si evidenzia una riduzione, con un dato ancora più basso rispetto al nazionale (-15,3%). I casi nel 2020 sono 696, mentre nel 2019 erano 820". Confagricoltura spiega che "riguardo alla pandemia, il Report sugli infortuni da Covid riporta che nel periodo di emergenza, sia per le caratteristiche del lavoro agricolo, con attività svolte prevalentemente all’aperto, sia per l’applicazione corretta delle norme e dei protocolli di prevenzione, le denunce di infortunio in agricoltura rappresentano appena lo 0,3% del totale, con una percentuale simile sia a livello nazionale che umbro".

L'associazione è convinta che lo sforzo per aumentare il livello di innovazione e tecnologia, unito alle buone pratiche, si dimostra vincente. "Il risultato - inoltre - è una progressiva diminuzione degli infortuni nel corso degli anni, ma anche migliori condizioni di salute per gli addetti. L’utilizzo di macchine moderne più performanti contribuisce alla riduzione degli sforzi fisici durante lo svolgimento delle operazioni manuali, ancora molto rilevanti in determinate fasi lavorative, come la raccolta".