Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Pensioni, Quota 100 addio. Scompare dal Recovery plan, stop a fine anno

  • a
  • a
  • a

Ormai è confermato: a fine anno terminerà la possibilità di andare in pensione grazie a Quota 100. Saranno studiate ulteriori nuove misure per cercare di far smettere in anticipo solo coloro che svolgono mansioni logoranti. Ma fine delle uscite dal mondo dell'occupazione secondo i criteri che aveva voluto la Lega. E' quanto si legge nella bozza Pnrr in cui è scritto chiaramente che non si intende prorogare l'uscita anticipata con Quota 100 che fu introdotta nel 2019 in via sperimentale per tre anni. Chi ha un'età di 62 anni e 38 anni di contributi adesso può lasciare l'occupazione, ma non potrà più accadere dal nuovo anno. 

Ovviamente è una decisione che crea diversi malumori tra i ministri che devono confrontarsi sul Recovery plan. La novità non piace per niente a quelli del Carroccio, tantomeno al leader Matteo Salvini. Il Foglio ha anticipato l'introduzione del Pnrr a firma di Mario Draghi, nonostante diversi membri dell'esecutivo ancora non avevano potuto prendere visione del Piano, considerato fondamentale per il futuro del Paese che deve riprendersi dallo shock economico dovuto alla pandemia da Covid

Da parte del Mef è stato messo a punto un documento di sintesi (16 pagine e 9 tabelle) che ovviamente non contiene tutti i particolari del Piano. Manca ancora il testo definitivo e la fuga di notizie (anche il Corriere della Sera ha annunciato che Quota 100 finirà) ha infastidito numerosi ministri, come riportato anche dall'agenzia AdnKronos: "Sono stati fatti incontri coi partiti, maggioranza e opposizione - ha lamentato un ministro - e il piano non si è visto, solo modalità ascolto. E ora, a poche ore dal Cdm, devo leggerlo su stampa a agenzie? Se fosse successo con Conte sarebbe venuto giù il mondo". Lunedì e martedì nuovo passaggio alle Camere, poi un altro in Consiglio dei ministri, prima dell'invio a Bruxelles.