Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Super cashback, la classifica aggiornata al 16 aprile: risolti i problemi sull'app Io

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Super cashback, la classifica aggiornata a venerdì 16 aprile vede la soglia di 253 transazioni per entrare tra i primi 100 mila utenti più attivi che riceveranno il bonus da 1.500 euro al termine del primo semestre dell'anno. Sono stati risolti i problemi dell'app Io che avevano causato rallentamenti e ritardi nei conteggi delle transazioni effettuate dai singoli utenti.

 

Problemi che si erano manifestati sin dai giorni immediatamente successivi alla Pasqua. Si fa sempre più "serrata", quindi, la competizione per ottenere l'agognato bonus, quando mancano ancora più di due mesi alla scadenza del periodo preposto. Attualmente la media delle transazioni eseguite da coloro che competono in questa speciale classifica si aggira sulle 2,4 al giorno, ma è sicuramente destinata a salire nell'ultimo periodo, così come avvenuto costantemente dall'1 gennaio ad oggi. Sembra ormai peraltro tramontata l'ipotesi di un intervento del governo presieduto da Mario Draghi sui micro pagamenti o su altro genere di "strette" per contrastare i cosiddetti furbetti del super cashback. Lo spirito dell'iniziativa voluta dal secondo governo Conte, infatti, era quello di incentivare l'uso di strumenti di pagamento elettronici e digitali quale sistema per contrastare l'evasione fiscale, incentivando l'uso di app, bancomat e carte di credito.

 

Ma il meccanismo del super bonus, che premia chi effettua il maggior numero di transazioni nel semestre, ha favorito la diffusione di meccanismi volti unicamente a moltiplicare il numero di transazioni, senza tuttavia accrescere il reale volume degli acquisti. In molti, infatti, hanno semplicemente frazionato le proprie spese in più transazioni: i casi più diffusi sono quelli al supermercato o al self service delle stazioni di servizio di carburanti. Peraltro questa misura, e le risorse stanziate fino al 30 giugno 2022, sono state spesso nel mirino delle forze politiche di maggioranza e opposizione, che ne hanno condannato la possibile efficacia in tema di lotta all'evasione fiscale.