Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Pensioni, Inps: "Il 59,6% sotto l'importo di 750 euro: tre su quattro sono donne"

  • a
  • a
  • a

L'osservatorio sulle pensioni erogate dall'Inps  riferisce come il 59,6 per cento degli importi sia inferiore a 750 euro e, di questi, il 72,3 per cento siano donne. Le pensioni in vigore al 1 gennaio 2021 sono 17.799.649, di cui 13.816.971 (il 77,6%) di natura previdenziale e 3.982.678 (il 22,4%) di natura assistenziale.

 

L’importo complessivo annuo è pari a 212,9 miliardi, di cui 190 sostenuti dalle gestioni previdenziali e 22,9 miliardi da quelle assistenziali. Le prestazioni di tipo previdenziale sono costituite per il 67,6% da pensioni della categoria vecchiaia di cui poco più della metà (57,2%) erogate a soggetti di sesso maschile. Per il 6% da pensioni della categoria invalidità previdenziale di cui il 54,7% erogato a maschi e per il 26,4% da pensioni della categoria Superstiti che presentano un tasso di mascolinità pari al 12,3%. Dall’analisi della distribuzione territoriale si osserva che l’area geografica che registra la percentuale più alta di prestazioni pensionistiche al 1 gennaio è l’Italia settentrionale con il 47,73%; al centro viene erogato il 19,34% delle pensioni mentre in Italia meridionale e nelle isole il 30,8%; il restante 2,13% (378.479 pensioni) viene erogato a soggetti residenti all’estero.

 

La regione con minor numero di pensioni previdenziali per residente risulta essere la Sicilia (173 pensioni per 1.000 residenti); in Lombardia, dove viene erogato il 18,7% del totale delle prestazioni previdenziali, il coefficiente standardizzato di pensionamento è pari a 261 pensioni per mille abitanti, per un totale di 2.581.209 pensioni. L’analisi della distribuzione per età evidenzia una età media dei pensionati di 74,1 anni con una differenza tra i due generi di 4,7 anni (71,5 anni per gli uomini e 76,2 anni per le donne). Riguardo le pensioni della categoria vecchiaia, si osserva che il 25,1% delle pensioni è erogato a persone di età inferiore a 70 anni; tale percentuale si alza fino al 27,8% per i pensionati di vecchiaia di sesso maschile. Analizzando la distribuzione per classi di importo mensile delle pensioni si osserva una forte concentrazione nelle classi basse. Infatti, il 59,6% delle pensioni ha un importo inferiore a 750 euro.