Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Super cashback, la classifica aggiornata al 22 marzo per il bonus da 1.500 euro. Nuovo attacco di Giorgia Meloni

  • a
  • a
  • a

Super cashback, la classifica aggiornata a lunedì 22 marzo vede 174 transazioni quale soglia minima per essere tra i primi 100 mila aderenti all'iniziativa che beneficeranno del bonus extra di 1.500 euro. Un numero di transazioni digitali sempre più elevato volto a rientrare tra chi si aggiudicherà il premio extra (che si aggiunge ai 150 euro a semestre a disposizione di chi avrà effettuato almeno 50 transazioni digitali, ricevendo indietro il 10 per cento dell'importo speso) per cui in tanti hanno attivato meccanismi "da furbetti" per scalare la classifica.

 

Ormai da settimane agli onori delle cronache, infatti, ci sono i ripetuti casi di micro pagamenti presso stazioni di rifornimento di carburante, o i conti della spesa divisi in più transazioni, oppure acquisti multipli in breve lasso di tempo presso lo stesso esercizio. Comportamenti che, seppur non vietati, hanno palesato l'esigenza di intervenire sul meccanismo di un'iniziativa nata per favorire i pagamenti con sistemi elettronici e digitali, con lo scopo ultimo di ridurre l'uso del contante e l'evasione fiscale. Un'iniziativa che si accompagna alla lotteria degli scontri, che da marzo ha visto la prima estrazione mensile, a cui seguirà quella di giovedì 8 aprile.

 

Un nuovo attacco al cashback arriva però dalla leader di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni: "I numeri sul cashback e sulle altre iniziative per l’inutile e ideologica guerra contro il denaro contante sono un fallimento totale: solo 1 carta di pagamento su 10 ha aderito e solo il 14% dei maggiorenni in Italia partecipa al piano. Questo conferma ciò che diceva a dicembre la Cgia di Mestre: il cashback, oltre ad essere un gigantesco regalo alle banche fatto con fondi pubblici, favorisce solo la parte digitalmente più avanzata della nazione e quella con più disponibilità economiche", ha tuonato ancora una volta la presidente dell'unico partito all'opposizione del governo di Mario Draghi.