Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Cig, blocco dei licenziamenti, ammortizzatori sociali e ristori: le novità del ministro Orlando

  • a
  • a
  • a

Cig, blocco dei licenziamenti, riforma degli ammortizzatori sociali e decreto ristori: questi i temi al centro dell'incontro di oggi tra il ministro del lavoro, Andrea Orlando (Pd), e i sindacati. Un incontro interlocutorio che ha tuttavia fatto registrare alcune novità, che saranno riprese e approfondite in un prossimo incontro che si terrà in settimana. "Nel confronto, di natura prevalentemente tecnica, abbiamo presentato un primo documento che affronta la questione della semplificazione delle procedure attraverso le quali si arriva all’attivazione della cassa integrazione, così come previsto dalla road map annunciata nei giorni scorsi. Questo primo passaggio sarà correlato con tutti i prossimi step che arriveranno in tempi brevi, a iniziare da un secondo tavolo che si terrà la prossima settimana", ha scritto su facebook il ministro.

 

"Come anticipato nei giorni scorsi la discussione generale si articolerà in quattro parti. Oggi abbiamo discusso delle procedure, la prossima settimana sarà convocato il tavolo per discutere del perimetro, degli strumenti degli ammortizzatori sociali; a seguire, anche con un passaggio con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, la questione della ripartizione dei costi e, infine, la questione delle modalità di gestione degli strumenti che avremo nel frattempo individuato. Questa è la road map, che io mi auguro proceda nel modo più rapido possibile. Delle questioni emerse dal giro di tavolo di oggi daremo conto nelle valutazioni che sottoporremo alla fine del percorso", ha concluso Orlando. L'obiettivo è quello di prevedere nel prossimo decreto Ristori ulteriori automazioni dei processi di trasmissione dei dati di pagamento della cassa integrazione, con l’obiettivo di ridurne ulteriormente i tempi.

 

Secondo quanto si legge nella bozza, l’ipotesi normativa allo studio permetterà di sostituire il modello SR41 con una diretta integrazione dei dati per la Cig nel flusso Uniemens, e questo consentirà una più immediata lavorazione dei dati per i pagamenti. Verrà, inoltre, istituita una live chat per i lavoratori che vogliano avere informazioni dirette sullo stato della propria Cig. Infine, sul portale dell’Inps sarà introdotta una evoluzione dell’applicativo Cip che permetterà ai lavoratori di consultare in totale trasparenza lo stato di progressione della domanda a essi relativa. Riguardo al blocco dei licenziamenti, la richiesta dei sindacati è quella di prorogarlo di altri tre mesi, fino al 30 giugno.