Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Canone tv, ultimi giorni per chiedere l'esonero. Ecco chi ne ha diritto e come deve fare

  • a
  • a
  • a

Ormai sono gli ultimissimi giorni per esercitare il diritto all'esonero dal pagamento dei novanta euro relativi al canone televisivo. Ovviamente occorre poter usufruire del beneficio. Nel caso per evitare l'addebito automatico dell'abbonamento nella bolletta della luce, chi è titolare di un'utenza elettrica ma non possiede un televisore in casa, deve inviare, entro il primo febbraio, via web oppure anche attraverso una raccomandata o una Pec, l'apposita dichiarazione sostitutiva.

Deve essere fatto direttamente o anche tramite intermediario. La scadenza ordinaria che occorre rispettare solitamente è quella del 31 gennaio, ma quest'anno cade di domenica e quindi il termine viene automaticamente posticipato alla giornata di lunedì 1 febbraio. I cittadini che sono interessati devono compilare il modello che viene messo a disposizione dall'Agenzia delle entrate. Nel quadro A occorre dichiarare che in nessuna delle abitazioni dove è stata attivata una utenza elettrica a proprio nome, è presente un apparecchio televisivo che appartiene a uno dei componenti della famiglia. Possono essere anche gli eradi a compilare il documento per sottoscrivere che nella abitazione in cui è ancora attiva l'utenza elettrica intestata ad una persona che nel frattempo è purtroppo deceduta, non è presente alcun apparecchio televisivo e quindi non è dovuto il pagamento.

La domanda di esenzione dovrebbe essere trasmessa via web, ma qualora non sia possibile inviare il modulo, si può ricorrere alla posta ordinaria. Naturalmente come sempre accade in casi simili, è possibile farsi aiutare anche dagli intermediari che sono abilitati, come caf o professionisti del settore. E se un utente non riesce ad inviare il modulo entro la scadenza programmata? In quel caso può beneficiare di un esonero parziale, presentando la domanda entro il giorno 30 del mese di giugno. In questa maniera si ottiene l'esonero relativo al secondo semestre dell'anno. Intanto proprio sulle televisioni su continua a concentrare l'attenzione dei cittadini. Non solo per la continua evoluzione da un punto di vista tecnico, ma anche per il cambio dei metodi di ricezione che avverrà prossimamente.