Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid, sci: la riapertura degli impianti rischia di saltare il 7 gennaio. Cts boccia la proposta delle Regioni

  • a
  • a
  • a

La ripresa dello sci sembra più lontana. Il Comitato tecnico scientifico ha infatti bocciato la proposta delle Regioni sulla riapertura degli impianti prevista nell’attuale Dpcm per il 7 gennaio. Troppe “carenze” nel piano consegnato dai governatori. L'ultimo verbale citato dal Corriere parla chiaro: "Una parte rilevante dei mezzi di risalita nei comprensori sciistici (in particolare cabinovie e funivie) presentano caratteristiche strutturali e di carico tali da poter essere assimilati in tutto e per tutto ai mezzi utilizzati per il trasporto pubblico locale (autobus, filobus, tram e metropolitane), rappresentando pertanto un contesto a rischio di aggregazione medio-alto, con possibilità di rischio alto nelle ore di punta in base alla classificazione del livello di rischio di contagio da SARS-CoV-2.

 

Deve pertanto prevedersi un’efficace riorganizzazione del sistema degli impianti di risalita da affiancare a misure di prevenzione e protezione collettive e individuali che necessitano, comunque, della collaborazione attiva degli utenti che dovranno continuare a mettere in pratica i comportamenti previsti per il contrasto alla diffusione dell’epidemia".