Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Confindustria attacca il Governo: "Il blocco dei licenziamenti non ha più ragione di esistere"

  • a
  • a
  • a

Per quanto riguarda il blocco dei licenziamenti nel dl Agosto emerge "un quadro normativo non del tutto chiaro, rispetto al quale Confindustria evidenzia nuovamente - come è stato osservato dall’Ocse e da numerosi commentatori - che la proroga del divieto di licenziamento ex lege rappresenta un rimedio di dubbia utilità, soprattutto se finisse per ritardare o, addirittura, scoraggiare quegli interventi di riorganizzazione o di ristrutturazione d’impresa e quegli investimenti che potrebbero più rapidamente assicurare competitività e occupazione. Il divieto - che non ha eguali in nessun altro Paese del mondo - non ha più ragione d’essere in questa fase, che dovrebbe, invece, essere dedicata a favorire la ripresa delle attività". Così il dg Confindustria, Francesca Mariotti, in audizione al Senato sul Dl agosto. "Nonostante il provvedimento - al pari dei precedenti - si caratterizzi ancora per la prevalenza delle misure assistenziali su quelle strutturali, emergono alcuni segnali di maggiore attenzione verso le esigenze delle imprese, sebbene parziali e non del tutto coerenti con le proposte formulate da Confindustria - ha aggiunto Mariotti -. Mancano, tuttavia, diversi interventi prioritari e di più ampia portata, funzionali soprattutto a sostenere gli investimenti e a garantire, in via strutturale, la liquidità delle imprese".