Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Novelli, vendita al palo

Marina Rosati
  • a
  • a
  • a

Nuova fumata nera per la cessione del gruppo Novelli. La famiglia, ad eccezione di Torquato Novelli, non ha firmato per il passaggio delle proprie quote agli imprenditori calabresi. Lunedì 28 novembre al ministero dello Sviluppo economico, a Roma, è andato in scena il nuovo stop alla vertenza che rischia di precipitare lasciando sul lastrico 500 addetti, molti dei quali hanno presidiato il portone del palazzo in via Molise. I legali e la famiglia Novelli hanno comunicato l'interessamento di un fondo canadese e chiedevano dei giorni per decidere ma per i funzionari del Ministero non c'è altra manifestazione vincolante se non quella dei calabresi. Duro comunicato congiunto delle istituzioni che hanno espresso “sconcerto e preoccupazione”. Ancora più dura la presa di posizione dei sindacati di categoria che hanno parlato di “vergognoso e irresponsabile atteggiamento della famiglia”, annunciando il proseguimento della mobilitazione che in serata si è concretizzata con una protesta a Spoleto sotto casa di Enzo e Ferdinando Novelli. Per martedì pomeriggio sono previste le assemblee in fabbrica.