Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Irpef, Ires e Iva: versamenti rinviati al 20 luglio

Il provvedimento, pubblicato in Gazzetta ufficiale, riguarda 4,5 milioni di lavoratori. Allo studio nuova proroga ad agosto

  • a
  • a
  • a

Il decreto E nella Gazzetta ufficiale e dunque E ufficiale: la Scadenza per i versamenti Iva e delle Imposte Dirette - cioè Irpef e Ires - per le Partite Iva , in totale Una platea di 4,5 Milioni di lavoratori, slitta al 20 luglio , con la possibilità di allungare ancora i tempi fino al 20 agosto ma pagando, in questo caso, una maggiorazione dello 0,40%. Il Dpcm, il cui arrivo era stato anticipato nella mattinata di ieri dal viceministro Antonio Misiani, era già stato annunciato dal Mef nei giorni scorsi che aveva parlato di una misura “per tener conto dell'impatto dell'emergenza Covid-19sull'operatività dei contributi di minori dimensioni e, conseguentemente, sull'operatività dei loro intermediari ”. Il rinvio riguarda il versamento del saldo 2019 e del primo acconto 2020 ai fini delle imposte sui redditi e dell'Iva, per i professionisti e i soggetti che partecipano a una società, associazioni e imprese interessate dall'applicazione degli indici sintetici di affidabilità (Isa), compresi quelli aderenti al regime forfettario. Lo slittamento però non è sufficiente secondo Forza Italia. “È un rinvio troppo limitato, pressoché inutile, che non risolve gli enormi problemi di liquidità che molti contribuenti stanno vivendo - dice il vicepresidente della Camera Mara Carfagna -. Ci appelliamo al governo e al Parlamento perché si corra subito ai ripari: l'anno scorso, senza Covid, la scadenza fu rinviata al 30 settembre. Perché quest'anno no? Forse perché, senza ricorso al mes, il governo è di nuovo a corto di liquidità e la cerca dai cittadini? Vorremmo più chiarezza e più attenzione per le esigenze di parte Iva, artigiani, commercianti e piccoli imprenditori ”. Anche per Gianfranco Librandi, esponente di Italia Viva e dunque in successi, il Dcpm “è una piccola boccata d'indigeno, ma non rappresenta un aiuto concreto per i contributi in difficoltà. Chiediamo di correggere subito questo errore ”. ma non rappresenterà un aiuto concreto per i contributi in difficoltà. Chiediamo di correggere subito questo errore ”. ma non rappresenterà un aiuto concreto per i contributi in difficoltà. Chiediamo di correggere subito questo errore ”.