Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Nel piccolo borgo arriva la banca "virtuale"

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

La sua imminente riapertura era stata annunciata, meno di un mese fa, in occasione della presentazione alla stampa di quella che dal primo luglio si chiama Bcc Umbria. La nuova realtà regionale del credito cooperativo, nata dalla fusione di CrediUmbria e Credito cooperativo umbro, ha ora riportato in vita lo sportello bancario di Sant'Arcangelo di Magione dopo che Unicredit, nel 2015, aveva decretato la chiusura della sua storica filiale e del bancomat annesso. Giovedì 21 luglio, nella frazione lacustre, alla presenza del vicesindaco di Magione Massimo Lagetti, Palmiro Giovagnola, Marcello Morlandi e Stefano Capacci, rispettivamente presidente, direttore generale e vicedirettore di Bcc Umbria, hanno inaugurato la 30esima filiale della banca, uno sportello ‘virtuale', il primo del suo genere in Umbria, senza personale al suo interno ma collegato in remoto con un operatore esterno.