Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Prezzi al consumo, a Perugia la spesa più economica d'Italia

Jacopo Barbarito
  • a
  • a
  • a

L'Unione Nazionale Consumatori ha stilato la classifica dei capoluoghi di regione dove, grazie alla deflazione, si risparmia di più. Sui 19 capoluoghi delle regioni e delle province autonome per i quali è stato calcolato l'indice generale, ben 15 sono ancora in deflazione (erano 14 a marzo su 20). Gli unici capoluoghi con inflazione maggiore di zero sono Trieste, la città più cara d'Italia, dove l'inflazione dello 0,3% si traduce in un aggravio di spesa, per una famiglia di 4 persone, pari a 127 euro su base annua. Seguono, sempre in termini di aumento del costo della vita,  Bologna, dove l'inflazione dello 0,2% si traduce in un aumento del costo della vita pari a 96 euro e Bolzano (inflazione +0,1%, + 56 euro). La palma del risparmio spetta a Perugia, dove l'abbassamento dei prezzi dell'1,2% consente ad una famiglia di 4 persone di risparmiare 480 euro su base annua, in termini di riduzione del costo della vita. Al secondo posto Potenza, con una deflazione sempre dell'1,2% ed una minor spesa di 390 euro. Al terzo posto  Firenze, dove una famiglia di 4 persone risparmierà 356 euro.