Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

"Investimenti ok, ma no a vendita di Rossana e Ore Liete"

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Commenti tutto sommato positivi da parte dei rappresentanti dei sindacati della Perugina sul piano industriale presentato dalla multinazionale Nestlé. "Mercoledì 2 marzo, alla presenza dell'amministratore delegato di Nestlé Italia Leo Wencel, accompagnato da un'ampia delegazione dirigenziale del gruppo, si è finalmente parlato di un nuovo percorso di sviluppo in grado di rilanciare la Perugina come eccellenza in Italia e nel mondo - si legge in una nota -. È un risultato che abbiamo ricercato, come organizzazioni sindacali, mettendo in campo varie iniziative, facendo pressioni e avanzando nostre proposte specifiche di rilancio, proposte che abbiamo portato direttamente a Ginevra per sostenerle. Finalmente Nestlé ha risposto con la presentazione di un progetto di rilancio e sviluppo, sostenuto da un cospicuo piano di investimenti, di circa 60 milioni di euro. Come Fai Cisl, Flai Cgil, Uila Uil, nazionali, regionali e territoriali, insieme alla Rsu di San Sisto, ci riserviamo di effettuare i dovuti approfondimenti e manteniamo le nostre riserve sul versante occupazionale. Non condividiamo la volontà di vendita delle caramelle Rossana e delle Ore Liete. Siamo tuttavia convinti della necessità di continuare e intensificare il confronto, a livello generale e di sito, per ricercare un accordo quadro sugli obiettivi del progetto e sulla gestione del percorso da instaurare". Il confronto è aggiornato al 7 aprile.