Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus e fase 2, secondo il Cerved sono a rischio 475 miliardi di fatturato delle imprese e -18% Pil

Mauro Barzagna
  • a
  • a
  • a

Le imprese italiane perderanno tra i 348 e i 475 miliardi di fatturato nel 2020 e tra i 161 e i 196 nel 2021 rispetto alle tendenze previste prima del Coronavirus. E' quanto emerge da due scenari elaborati dagli analisti di Cerved, uno dei principali operatori italiani nella gestione del rischio di credito. Questo, spiega una nota, corrisponde a una perdita compresa tra -12,7% e -18% tra 2020 e 2019. Nel 2021 è previsto un rimbalzo dell'economia, che comunque non permetterebbe di tornare ai livelli pre-crisi, con i ricavi che rimarrebbero tra il 2,9% e il 4,3% al di sotto di quelli del 2019. Sono dunque peggiorative rispetto ai dati forniti a marzo le prospettive aggiornate elaborate da Cerved sull'impatto che l'emergenza Covid 19 avrà sul tessuto produttivo italiano. L'ipotesi 'migliore', sottolinea Cerved è passata da un calo del fatturato del 7,4% a -12,7% (348 miliardi in meno invece di 220). Il rimbalzo attualmente stimato nel 2021, prosegue Cerved, non permette più di tornare oltre i livelli del 2019 (-2,9%, contro il +1,5% delle precedenti previsioni), mentre lo scenario più pessimistico è sostanzialmente in linea con le proiezioni di marzo (-18% contro -17,8%).