Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Lavoro, continua il calo dell'occupazione ed è boom di contratti atipici

Giorgio Mencaroni

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

Nell'ultimo trimestre del 2014 (ottobre – dicembre) in provincia di Perugia è prevista una nuova variazione negativa dell'occupazione. Il saldo occupazionale risulterà pari a -1.580 unità, sintesi tra 1.750 "entrate" di lavoratori, sia subordinati sia autonomi e 3.330 "uscite", dovute a scadenza di contratti, licenziamenti, pensionamento o altri motivi. I dati sono stati diffusi dalla Camera di commercio. Giorgio Mencaroni, presidente della Camera di Commercio di Perugia, commenta il dato: “Un nuovo arretramento dell'occupazione: in provincia di Perugia negli ultimi 3 mesi dell'anno a fronte di ogni posto di lavoro creato se ne perderanno quasi 2. Al contrario, registriamo un aumento dei nuovi contratti (+ 9%) rispetto allo stesso periodo di un anno fa. Una variazione positiva risultato di una diminuzione del 5% delle assunzioni dirette effettuate dalle imprese e di un aumento del 53% dei contratti atipici. In termini assoluti, in questo trimestre, le assunzioni effettuate dalle imprese saranno pari a 1.150 unità (66% dei contratti totali), mentre i contratti atipici dovrebbero attestarsi a 600 unità (34%)”. Sono questi alcuni dei risultati del Sistema informativo per l'occupazione e la formazione ”Excelsior”, che ricostruisce annualmente e trimestralmente il quadro previsionale della domanda di lavoro e dei fabbisogni professionali e formativi espressi dalle imprese, presentato nella mattinata di mercoledì 17 dicembre alla Camera di commercio di Perugia dal presidente dell'ente Giorgio Mencaroni.