Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria, cassa integrazione alla Tagina di Gualdo Tadino: convocato il tavolo al ministero del Lavoro

Eleonora Sarri
  • a
  • a
  • a

E' stato convocato (rigorosamente in teleconferenza) per il 30 marzo il tavolo al ministero del Lavoro chiamato a dare il via libera alla cassa integrazione straordinaria per la Tagina di Gualdo Tadino. L'ammortizzatore sociale riguarderà settanta dipendenti a rotazione e terminerà a ottobre.  Intanto, nello stabilimento di Gualdo Tadino la produzione va avanti, anche se con tutta probabilità la fabbrica subirà uno stop alla produzione del giro di una settimana. A spiegare la situazione è il numero uno di Saxa Grès, Francesco Borgomeo. “La fabbrica è il posto più sicuro - sostiene Borgomeo - perché abbiamo 50 persone a turno in 24 mila metri quadrati. Il rischio di contagio da un punto di vista tecnico non sussiste”. Una decisione, quella di andare avanti, che ha creato malumori tra i dipendenti, preoccupati per la salute. “Abbiamo fatto una riunione con le Rsu sul piazzale e a debita distanza, spiegando le nostre intenzioni e le precauzioni da prendere. Devo dire che ho trovato persone motivate e con voglia di fare. I nostri lavoratori hanno capito lo sforzo che volevamo fare”. Intervista completa nell'edizione di sabato 21 marzo del Corriere dell'Umbria