Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Umbria mobilità, 11,5 milioni dalla cessione del 30%

Alessandro Antonini
  • a
  • a
  • a

Assemblea dei soci di Umbria Mobilità primo atto. Il secondo è atteso per la giornata di martedì prossimo. Primo contatto dunque con i soci pubblici arrivati in gran numero a Pian di Massino: Regione, Comune e Provincia di Perugia, Comune e Provincia di Terni, Comune di Spoleto. Per molti era la prima volta che partecipavano ai lavori. Il neo assessore al Bilancio del Comune di Perugia Cristina Bertinelli ha ascoltato con grande attenzione preferendo non intervenire. Meglio studiare le carte e capire lo stato dell'arte: un atteggiamento di professionalità particolarmente apprezzato. Martedì prossimo dunque si comincerà a parlare del destino del restante 30% di azioni. Senza la cessione gli stessi soci dovranno trovare 11,5 milioni di euro. Che nessuno possiede. Previo forse rinvio di una o due settimane, il sì arriverà. Sono cominciate comunque le riflessioni attorno al deficit che, come è noto, si aggira attorno agli undici, dodici milioni di euro. Una situazione decisamente pesante non solo per l'azienda ma anche per tutto l'indotto che ruota attorno alla principale azienda di trasporto umbro, che come è noto ora, con il 70%, vede la presenza di BusItalia. Sul debito comunque i vertici della società sono abbastanza tranquilli: con la cessione a Busitalia c'è una plusvalenza di 28 milioni di euro. In più sono stati realizzati importanti accantonamenti. Dunque la perdita non è sinonimo di crisi di liquidità ma di un bilancio che sta per trovare una quadra. A maggior ragione gli 11,5 milioni che arriverebbero dalla cessione del restante 30% sono vitali per rilanciare l'azienda unica del trasporto pubblico locale anche in vista della nuova gara che affida l'appalto per tutto il cuore verde. Come è noto lunedì sono stati presentati undici nuovi autobus per Umbria Mobilità, cinque dei quali alimentati a metano. Sono destinati ai servizi urbani di Perugia, Gubbio, Orvieto e Spoleto. Presentando i nuovi mezzi, l'assessore regionale ai Trasporti Silvano Rometti ha sottolineato che “superate le gravi difficoltà finanziarie, si torna a investire per qualificare ulteriormente l'offerta dei servizi di trasporto su gomma nel territorio regionale”.