Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Squinzi benedice la costituzione di Confindustria Umbria

Il presidente nazionale: "Risponde allo spirito delle riforme che abbiamo voluto". Su Renzi: "Annunci condivisibili, ora i fatti. Ottimismo? I dati non confortano"

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Il presidente nazionale di Confindustria Squinzi è intervenuto in occasione della prima assemblea della Confederazione regionale tenutasi al Lyrick Theatre di Santa Maria degli Angeli: "La costituzione di Confindustria Umbria risponde allo spirito delle riforme e della razionalizzazione che noi abbiamo voluto, nel rispetto della rappresentanza delle imprese e della presenza sul territorio". Squinzi si è poi espresso sul neo segretario del Pd Matteo Renzi: "Le sue indicazioni sul tema del lavoro sono totalmente condivisibili - ha detto - ora agli annunci devono seguire i fatti". Il leader degli imprenditori ha poi parlato della situazione economica del Paese, dicendo di essere "ottimista per natura, altrimenti non avrei fatto l'imprenditore, ma i dati (3 milioni di disoccupati e 40% di disoccupazione giovanile) non confortano: con questi dati è difficile essere ottimisti. D'altronde la responsabilità è nostra, di noi italiani, perché se non facciamo le riforme e creiamo condizioni per la crescita non risaliamo". Infine sulla legge di stabilità: "Si vedono segnali non positivi, ma speriamo che nella fase finale prevalga il buonsenso".