Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Un aiuto alle famigliein possesso di sfrattoper morosità incolpevole

La finalità del Bando (previsto da una delibera della giunta regionale dell'Umbria del 9 settembre scorso) per la ricerca di alloggi da destinare a locazione a canone concordato, per le famiglie in difficoltà

Claudio Bianconi
  • a
  • a
  • a

Favorire i nuclei familiari in possesso di sfratto esecutivo per morosità 'incolpevole'. E' questa la finalità del Bando (previsto da una delibera della Giunta Regionale dell'Umbria del 9 settembre scorso) per la ricerca di alloggi da destinare a locazione a canone concordato, per le famiglie in difficoltà che, in conseguenza di una situazione difficile, in possesso di un contratto di locazione pluriennale regolarmente registrato, devono lasciare l'abitazione a seguito di un provvedimento esecutivo. Il Bando è stato pubblicato dall'Azienda Territoriale per l'Edilizia residenziale Pubblica dell'Umbria, su incarico della Regione dell'Umbria e scadrà il 22 dicembre prossimo. L'iniziativa è stata presentata al Salone D'Onore di Palazzo Donini dall'Assessore regionale alle Politiche Abitative Stefano Vinti, dal Presidente di Ater Umbria Alessandro Almadori e dal Sindaco di Panicale Luciana Bianco per Anci Umbria. “Nel 2013 in Umbria si rischia di superare i 1.300 possibili sfratti – ha dichiarato l'Assessore Vinti -  di questi circa il novanta per cento sono ‘incolpevoli'. Dall'altra parte ci sono almeno 40mila vani sfitti o invenduti. Dati così preoccupanti hanno indotto la Regione Umbria a ricercare e approvare tutti i provvedimenti possibili per aiutare le famiglie in difficoltà”. Il Bando interessa sia i titolari di immobili (privati, costruttori o agenzie) che avranno la possibilità mettere a disposizione i propri locali con contributi ed incentivi regionali, e le famiglie in difficoltà che potranno accedere a tali abitazioni con affitti a canone concordato.