Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Un Pd senza identità ora si accapiglia pure sulla data del Congresso

Francesco Storace
  • a
  • a
  • a

Anche se alla sinistra del Pd farà male, Enrico Letta dovrà acconciarsi ad abbreviare i tempi del congresso. Il 12 marzo è davvero lontano. E’ vero che così spianerebbe la strada a Stefano Bonaccini, potente governatore dell’Emilia Romagna, ma non se ne può più delle lacrime che sgorgano dal corpaccione del partito. Il cui limite è quello di non essere più una comunità, ma un insieme di correnti che tentano di stare insieme solo contro gli avversari. Di unitario non hanno proprio nulla.

I più tenaci avversari del congresso a breve tempo sono i Bettini, gli Orlando, i Provenzano e compagnia cantando. Quelli che un tempo si sarebbero chiamati massimalisti. Sanno che il “moderato” Bonaccini è lanciatissimo e hanno bisogno di mesi per lanciare la candidatura alternativa. Ma da qualche giorno anche loro devono fare i conti con un partito che ha fretta. Ha fretta chi vuol far fuori il gruppo dirigente che ha perso malamente la sfida elettorale del 25 settembre.

Ha fretta chi vuole mettere subito in campo la discussione sulle alleanze. Il campo largo è rimasto una chimera e si deve semplicemente scegliere tra Cinque stelle e il circo di Calenda e Renzi. Ovvero, fare ora quello che non si è stati capaci di fare proprio alle politiche. Il dramma del Pd, però, sta a monte, sui contenuti. La stessa modalità oppositoria verso il governo Meloni è abbastanza scontata. Ed è ben difficile che possa offrire idee innovative chi è stato per dieci anni al governo del Paese senza tirare fuori soluzioni serie per uscire dalla crisi che avvolge l’Italia su troppi e disparati fronti. Qualunque leadership dovesse emergere dovrebbe fare i conti con un partito senza più identità. Soumahoro? Moratti? Chi potrebbero essere i candidati ad una stagione senza sbadigli? Esaurito il collante del potere, per il Pd sembra cessata ogni prospettiva. E non gli resta che litigare solo sulla data del congresso….