Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

I fondi per l'Ucraina non vadano a Zelensky, protesta l'estrema sinistra….

Francesco Storace
  • a
  • a
  • a

E niente. La Russia evoca sempre antichi amori e Potere al Popolo non può sfuggire alla nostalgia, anche se non è più l’Unione sovietica di antico lignaggio. Ma suscita stupore l’interrogazione depositata in commissione esterni dalla deputata Chiara Ehm, che rappresenta nel gruppo misto anche Rifondazione comunista. Occhio ai soldi che arrivano all’Ucraina, dice in sostanza, che non si sa che fine fanno. Il fondo per "l'Aiuto pubblico allo sviluppo" – Aps, dovrebbe arrivare, con le integrazioni alla legge di bilancio, a 300 milioni di euro. A cui dovrebbero attingere varie Ong.

 

 

Stando alla parlamentare di estrema sinistra “il denaro elargito dal nostro Paese, attinto dal fondo, verrà consegnato direttamente al Governo ucraino e non sarà vincolato a progetti specifici. Tale contesto rileva perplessità sul 'come' il Governo ucraino, in una situazione di conflitto, investirà quel denaro, non essendo chiari i meccanismi di monitoraggio”. E la lamentela va oltre: “Tale condizione presuppone che la decurtazione concreta del “fondo per gli aiuti umanitari” non gioverà a molte Ong italiane impegnate in altri scenari di guerra tra cui Siria, Mali, Etiopia e Yemen; quest'ultimo Paese sta affrontando una delle peggiori crisi economiche degli ultimi anni accentuata oltremodo dalla recente notizia resa nota dall'agenzia delle Nazioni unite, secondo cui il Programma alimentare mondiale si vedrà costretto a diminuire gli aiuti nel Paese a causa di una carenza strutturale di fondi”.

 

 

Perché l’Ucraina, dunque, chiede l’onorevole Ehm, per la quale si arriva a creare un grave precedente di “etnicizzazione dell'accoglienza” e diseguaglianza tra gli stessi profughi. Quindi, la richiesta al ministro degli esteri, di fronte ad una crisi che rischia di provocare la terza guerra mondiale, sollecita “iniziative per un riequilibrio concreto dei fondi dell'Aiuto pubblico allo sviluppo”. In più “vincolare i futuri fondi che verranno stanziati per l'Ucraina in progetti di assistenza umanitari”. Guai a lasciarli nelle mani di Zelensky…