Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Dal voto per il Colle potrebbe nascere qualcosa di nuovo

Francesco Storace
  • a
  • a
  • a

Prima o poi, Sergio Mattarella finirà il suo mandato. E anche Giuliano Amato, risorto pure lui ma alla guida della Corte Costituzionale.
Siamo di nuovo al vecchio? A leggerla distrattamente sì, con meno superficialità potrebbe essere l’inizio del nuovo. Della nuova transizione verso un sistema politica che dovrà inevitabilmente nascere.
Ora è il momento della caccia ai colpevoli. A destra ce l’hanno con Matteo Salvini, a sinistra con Giuseppe Conte, al centro con se stessi per essersi manifestati con grande partecipazione al torneo del peggior franco tiratore mai visto.

 


Ma sarà ancora così la politica tra qualche anno? In particolare lo scontro nel centrodestra pare assai violento, sopra le righe. Si finge di non capire che l’alternativa a Sergio Mattarella non sarebbe stato nessuno degli scalpi che hanno gettato nella gara quirinalizia ma Pierferdinando Casini oppure si sarebbe andati avanti ad oltranza con decine di votazioni fino all’arrivo degli elettori con i forconi veri davanti al Palazzo.
Si andrà ad una nuova legge elettorale? Forse e magari converrà a tutti. Ma comunque diverse potranno essere le coalizioni, prima o dopo ogni turno elettorale.

 

 

Già si vediamo i centristi attrarre Forza Italia o quel che ne resterà per tentare un rassemblement anti sinistra – perché il bipolarismo non finirà al Quirinale e prenderà una forma inevitabilmente diversa – alleato con una delle due destre, più facile con Salvini che con la Meloni. Quest’ultima si godrà voti e isolamento. A sinistra, o i Cinque stelle si sottometteranno definitivamente al Pd o la partita sarà durissima anche per loro e per quanti riusciranno a rientrare in Parlamento. Dovrà nascere qualcosa di nuovo, di serio, per formare un’alternativa di politica ad un sistema che la politica l’ha gettata al vento puntando – ognuno – solo sulla propaganda. Chi si organizza per primo vince prima di tutti. Sta a quelli di adesso scoprirlo per non arrivarci già vecchi.