Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La barbarie in tv: Selvaggia Lucarelli versus Mietta

Francesco Storace
  • a
  • a
  • a

Ma perché tutta Italia deve sapere che Mietta non è ancora vaccinata? C’è da rimanere di stucco alla polemica inscenata dalla solita Selvaggia Lucarelli, che evidentemente deve sempre fare scalpore sennò si annoia. In diretta Tv, a Ballando sotto le stelle, la Lucarelli ha sparato in faccia alla cantante la domanda se fosse vaccinata. E c’è da chiedersi chi la autorizza a farlo davanti a milioni di telespettatori.

 

 

Mietta ha potuto rispondere sui propri social, a partire da Instagram: “Io non sono contraria al vaccino, ma non l’ho ancora effettuato per motivi di salute che riguardano esclusivamente me. Quando ci saranno le condizioni non avrò problemi a farlo, ma al momento non posso”. “Trovo vergognoso -aggiunge - dovermi giustificare ed essere costretta a mettere in piazza una situazione così privata per la quale non mi ero ancora confrontata con chi intendevo confrontarmi”. Mietta spiega di essere “rimasta spiazzata, non volevo condividere il mio privato in diretta”. Mille punti a Mietta, zero alla Lucarelli. Non c’è bisogno di linciare una persona se non si è potuta ancora vaccinare, ma la suocera che nessuno vorrebbe avere ha deciso di indossare i panni dell’inquisitrice modello virology. Diciamo che non è il modo migliore per convincere quanti sono ancora renitenti rispetto al siero anti Covid. E che comunque hanno pure loro diritto alla sfera della riservatezza. Questa moda di mettere in piazza le condizioni di salute delle persone è davvero una schifezza bella e buona, a prescindere da come la si pensi.

 

 

È semplicemente barbarie mediatica. Dice la Lucarelli: “Mieta parla di condizioni di salute che non gliel’hanno permesso? E’ il cavallo di battaglia dei novax”. Chissà dove andremo a finire… ormai lo scontro è davvero tribale, il Paese pare irrimediabilmente diviso da estremismi da una parte e dall’altra.