Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Alla fine Fanpage ha portato fortuna a Fratelli d'Italia

Francesco Storace
  • a
  • a
  • a

Fanpage porta bene a chi prende di petto. L’ondata di fango buttata addosso a Fratelli d’Italia nell’ultima settimana di campagna elettorale gli è tornata addosso. Nel mirino del sito c’erano i “fascisti” e in particolare una candidata della Meloni, Chiara Valcepina, in lista a Milano. Su di lei si erano abbattuti i fulmini dei social con una violenza di non poco conto. Ebbene, questa pericolosa estremista è stata eletta risultando terza in una lista che vantava al vertice un nome popolare come quello di Vittorio Feltri, raggranellando alla fine dello scrutinio poco meno di un migliaio di preferenze. Sarà consigliera comunale.

 

 

Ma ancora più clamorosa, a dimostrazione che certe campagne orchestrate giornalisticamente per fare male non sempre ci riescono è la vicenda romana. Nella Capitale, a sostegno di Enrico Michetti, Fdi ha candidato la consigliera uscente Rachele Mussolini, che in Campidoglio aveva ben figurato nella battaglia di opposizione a Virginia Raggi nei cinque anni precedenti. Ebbene, nel clima di “antifascismo militante” che certa stampa riscopre in campagna elettorale la notizia è che la Mussolini è la più votata a Roma tra tutte le liste che competevano per la città. Ha schiantato fior di concorrenti.

 

 

Il che sta a significare che probabilmente non tutti credono alle chiacchiere di certo giornalismo, che ognuno vuole essere libero di votare senza condizionamento e che si può essere ottimi consiglieri al punto da meritare la riconferma persino con quel cognome che a lor signori dà tanti problemi. Fanpage ci ha provato a far male. Ha ricevuto l’aiuto di tutta la mega stampa nazionale fino a domenica. Ma il tentativo di condizionare l’elettorato di destra è fallito ed è un bene che sia andata così. Tutti insieme non spostano voti sulle polemiche riguardanti il passato della Nazione. Chissà se ora scriveranno correttamente che cosa è successo nelle urne a quei candidati.