Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Salvini convochi il congresso e li metta in riga

Francesco Storace
  • a
  • a
  • a

Ne ha di forza Matteo Salvini per resistere agli attacchi. Che si concentrano dalla sinistra al Centrodestra - sì, anche da quelle parti - passando per un premier come Mario Draghi che non conosce la gratitudine per chi si è esposto nel sostenerlo. Ma è evidente che la cosa che più male di tutto a Salvini è chi si agita nel partito che dovrebbe rispettarlo più di tutti. Troppi mestieranti dimenticano il partito del 4 per cento e si dimenticano che senza la fatica del leader lì sarebbero rimasti. Ma dove sarebbero finiti senza l’infinito straordinario di un Capo che li ha portati fuori dalle secche delle soglie di sbarramento e al governo del Paese e delle regioni?

 

 

Si sollevano i NoVax, che non sopportano l’adesione della Lega alla campagna vaccinale e alle sue conseguenze. Si agitano i vaxisti, che vorrebbero mettere a tacere qualunque voce dubbiosa. Tutti si affannano, con buone dosi di saliva, a dire che Salvini non si tocca, ma le coltellate di nascosto si sprecano. E allora qualcosa Matteo se la dovrà inventare: magari un bel congresso subito dopo le amministrative, con tanto di primarie per mettere in fila ai seggi tantissime persone e vedere chi avrà il coraggio di sfidarlo.

 

 

Perché non se ne può più di chi fa a gara per offrire argomenti contro il leader a Enrico Letta. C’è bisogno di solidarietà - afferma chi è davvero col Segretario - anche nelle difficoltà che ci sono stando al governo. Ma è in gioco il futuro dell’Italia e c’è chi pensa solo ad accumulare potere grazie ai voti di Salvini. Ed è incredibile. Se ne è andata un’europarlamentare, Francesca Donato, forse con la pretesa di decidere la linea. Bastava restare nella Lega e candidarsi al posto di Salvini… In particolare a Bruxelles c’è un’aria di resa. Arrivati in un’aula dorata grazie al vento del 34 per cento, se ne vanno per il terrore di non essere rieletti. Non hanno rispetto per chi li ha votati. Se li hanno votati è perché stavano in quella lista, sennò sarebbero rimasti a spasso come sempre.